Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

IL CHITARRISTA

IL CHITARRISTA Ma quale artista di strada... Quello è uno scocciatore  Il chitarrista non è un artista di strada come qualcuno afferma. Infatti non sa suonare, non ha la minima conoscenza della musica, si limita ad aggredire le corde dello strumento emettendo suoni che disturbano i residenti e i passanti. Ma questo poco importa. La cosa sconcertante è che qualche falso buonista di sinistra abbia colto l'occasione per attaccare il nuovo regolamento di polizia urbana. E, con 3 o 4 lettere ai q ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

IL CHITARRISTA Ma quale artista di strada... Quello è uno scocciatore  Il chitarrista non è un artista di strada come qualcuno afferma. Infatti non sa suonare, non ha la minima conoscenza della musica, si limita ad aggredire le corde dello strumento emettendo suoni che disturbano i residenti e i passanti. Ma questo poco importa. La cosa sconcertante è che qualche falso buonista di sinistra abbia colto l'occasione per attaccare il nuovo regolamento di polizia urbana. E, con 3 o 4 lettere ai quotidiani, sia riusciti a mettere paura al sindaco che al mattino la pensa in un modo e al pomeriggio in un altro. «Chitarrista assolto e premiato» riporta il giornale. L'assessore Rose chiama addirittura la stampa e si fa fotografare per la riconsegna dello strumento. E il rispetto per il Consiglio comunale eletto democraticamente, per il consigliere De Marchi, per il comandante della polizia locale e i vigili urbani, per i cittadini che dovrebbero credere che le leggi vadano rispettate?  E ancora: Luigi Caracciolo, poliziotto e sindacalista della Cgil si era dichiarato disponibile a pagare la multa e a ricomprare lo strumento sequestrato al chitarrista protagonista del reato. Robe dell'altro mondo! Questo signore della pubblica sicurezza difende chi non rispetta la legge. Se il sig. Caracciolo, che dovrebbe conoscere bene «il chitarrista» data la sua professione, avesse voluto veramente aiutarlo, poteva intercedere per un ricovero in comunitá. Invece il chitarrista ha avuto dallo Sportello unico il permesso di dilettarci con la sua strana musica per 5 ore al giorno che gli renderanno quanto basta per dissetarsi al bar. Che tristezza! Bernardina Loatelli VERSO IL VOTO La mia stima per Camocardi Spero sia il candidato  Nei tempi attuali, è fatto raro il comportamento serio di un politico, amministratore. Sono un ingegnere mantovano e, nella mia attivitá professionale, ho dovuto confrontarmi per anni con il dott. Camocardi, vice presidente della Provincia, su problematiche di grande importanza riguardanti la cittá. Ho trovato in Camocardi una persona attenta, seria, lontana da interessi politici, di grande statura umana e morale. Mi auguro sinceramente che la cittá gli riconosca il dovuto merito, indicandolo, a pieno titolo, come futuro candidato a presidente della Provincia. Giorgio Dall'Aglio SUZZARA La nebbia in giunta non si dissolve mai  Nella ormai ex cittá del Premio si è da poco conclusa la rassegna Nebbia Gialla, ma la nebbia non si è certo diradata. Non mi riferisco al fenomeno meteorologico cui siamo, nostro malgrado, abituati, ma allo stato di torpore e obnubilamento in cui versa la Giunta Melli Africani e tutto il PD Suzzarese. Nel giro di sei mesi i cittadini suzzaresi hanno appreso dalla stampa nell'ordine le dimissioni del Vice Sindaco Aleotti, la fuori uscita del consigliere Melli dal gruppo consiliare PD, la rinuncia del Segretario Direttore Generale dr. Avanzini, nominato dal Sindaco Meli in sostituzione del dr. Indizio, le dimissioni del capogruppo Guastalli dal gruppo consiliare del PD, tuttora privo di una figura di capogruppo effettiva, non potendo considerarsi tale, il ruolo vicario riconosciuto al consigliere anziano Carra, le dimissioni del consigliere Zucchi del gruppo Pari Opportunitá con il subentro della figlia acquisita del Sindaco e la ripetuta richiesta di un assessorato da parte della formazione politica cui la Lista Pari Opportunitá fa riferimento, per finire alle ultime schermaglie tra il presidente del consiglio comunale Vecchia e lo stesso Sindaco e la permanenza di due assessori, Bassoli e Davoglio, da tempo dati in scadenza come le mozzarelle.  Di fronte a questo sconfortante quadro, l'azione amministrativa è inerte come paralizzata. Non si fa nulla per la sicurezza dei cittadini, a dispetto dell'innegabile aumento della microcriminalitá, non si riesce ancora a discutere del Piano del Governo del Territorio, lasciando inalterate le gravi criticitá della viabilitá suzzarese, non si fa nulla per la scuola e gli edifici scolastici e, stando anche alle parole del consigliere delegato allo sport Piccinini, ancora meno per lo sport e gli impianti sportivi. La domanda che sorge spontanea è pertanto: la Nebbia vera, prescindendo da connotazioni cromatiche, è solamente quella che si forma verso sera nelle nostre campagne oppure anche quella che alberga nelle menti di chi ha l'onore e l'onere di governare i Suzzaresi? La risposta agli elettori Suzzaresi. Paolo Coppola Consigliere Comunale Gruppo PDL di Suzzara BIGARELLO Se il nostro sindaco dá la colpa alla Provincia  Il giorno 8 febbraio ho partecipato ad un incontro indetto dal sindaco di Bigarello, Barbara Chilesi, con la cittadinanza, per la presentazione del Bilancio di Previsione 2011. Alla domanda postale da un concittadino sul perché non si sia ancora provveduto a porre in sicurezza il crocevia che interseca l'ex statale Legnaghese con le vie Cadè e Ghisiolo, pericoloso per i numerosi incidenti verificatosi, e la stessa ex statale Legnaghese attraversata quotidianamente da una quantitá di automezzi pesanti che transitano a velocitá sostenuta, soprattutto nel tratto di Gazzo; il sindaco con disinvoltura risponde: la colpa è da attribuire alla Provincia. Ebbene sì, è stato chiaro ai presenti il mancato impegno per la sicurezza alla viabilitá del presidente della Provincia Maurzio Fontanili e compagni.  Voglio rammentare al sindaco Chilesi, di centro-sinistra, che il presidente Fontanili ha appoggiato la sua candidatura in campagna elettorale. Probabilmente, ad oggi, la mancata risoluzione di alcune criticitá sul territorio ha fatto sì che il sindaco di Bigarello comprenda la necessitá di una svolta, di un cambiamento ai vertici della Provincia. Basta a una sinistra che da anni governa e non è attenta alle problematiche di noi cittadini. Con le elezioni Provinciali alle porte, grazie al nostro sindaco, i bigarellesi hanno ben chiaro chi non votare e perché. Elisabetta Braga Segretario di Sezione Lega Nord Bigarello PROBLEMI Sterilizzate i cormorani come si fa con le nutrie  Leggo sulla Gazzetta del 9/2 del problema cormorani. La soluzione è giá stata trovata nell'articolo dello stesso giornale in cui si parla di sterilizzare le nutrie. Basta sterilizzare i cormorani!  Se i signori «seduti in ufficio al 10° piano» avessero vissuto come il sottoscritto nel 1944/45 avrebbero di più i piedi per terra.  Auguro loro di scendere sulla terra senza bisogno della mia esperienza!