Nascosti dietro l’altare acciuffano i ladri d’offerte

Villa Poma, sorpresi a rubare nelle cassette delle candele. Tre in manette Per i carabinieri sarebbero gli autori di altri colpi messi a segno nella zona

    di Giancarlo Oliani

    VILLA POMA

    I carabinieri li stavano aspettando nascosti dietro l’altare. Sono arrivati in tre. Uno è rimasto di guardia all’ingresso della chiesa e gli altri due sono entrati puntando direttamente alle cassette portacandele. In una di queste hanno infilato le mani impadronendosi di una somma da capogiro.

    Quasi cinque euro in contanti. Il colpo del secolo. A quel punto sono spuntati i militari e i tre sono scappati in bici sulla ciclabile. Raggiunti e bloccati, sono stati arrestati per furto aggravato. Si tratta di tre giovani calabresi che da una quarantina di giorni vivono presso una parente a Villa Poma.

    E proprio la chiesa di Villa Poma è stata teatro dell’ennesimo furto. Nelle ultime settimane sono state almeno una decina le razzie messe a segno nelle parrocchiali: tre a Pieve di Coriano, tre a Villa Poma, tre a Poggio Rusco e una a Magnacavallo. C’è il forte e fondato sospetto, da parte degli investigatori, che i tre possano essere i responsabili anche di quei furti. Ai carabinieri di Poggio Rusco, che hanno effettuato gli arresti, nei giorni scorsi erano giunte parecchie segnalazioni da parte di persone che avevano notato i tre aggirarsi nei pressi delle chiese sia di Poggio che Villa Poma. La trappola è scattata ieri mattina, dopo che il giorno precedente era stato messo a segno l’ennesimo colpo. Forzando le cassette portacandele si erano impadroniti di trenta euro in contanti. Come previsto dai carabinieri sono tornati e non hanno avuto nemmeno bisogno di forzare le cassette: l’avevano fatto il giorno prima.

    In virtù della nuova legge sono stati arrestati e confinati a casa della parente, in attesa del processo che si terrà oggi. Si tratta di tre giovani calabresi domiciliati a Villa Poma: Giuseppe Salera, 24 anni, nativo di Cosenza e due cugini: Luca Cirullo, di 23 anni e Gianluca Scigliano di 21, anche loro di origini calabresi.

    06 marzo 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ