Quotidiani locali

mantova

Mattarella a Mantova in visita a Te e Ducale, poi nei luoghi di don Primo

Le prime indiscrezioni sul programma della giornata mantovana del Presidente della Repubblica. Lunedì 24 ottobre vertice in prefettura per iniziare a definire i dettagli

MANTOVA. L’imponente macchina organizzativa per la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il prossimo 11 novembre, si è messa in moto ed entrerà nella fase decisiva da lunedì 24 ottobre, quando è in programma un vertice in prefettura.

leggi anche:

La visita del presidente della Repubblica è soggetta a moltissime variabili, e tra queste vanno sicuramente annoverati gli impegni istituzionali. Per questa ragione non è possibile avere certezze sulle destinazioni: è possibile però fare ipotesi attendibili, in attesa che il cerimoniale del Quirinale ufficializzi le tappe della vista di Mattarella a Mantova.

Salvo sorprese, il presidente atterrerà all’aeroporto di Villafranca per raggiungere la città. Mattarella dovrebbe arrivare al Bibiena intorno alle undici per fermarsi un’ora circa e, probabilmente, per fare un intervento pubblico.

Subito dopo aver parlato al Bibiena, il presidente dovrebbe visitare palazzo Ducale e palazzo Te, oppure (ipotesi, questa, meno accreditata per ragioni di equilibrio istituzionale: il Te è comunale, il Ducale è statale) uno solo dei due monumenti cittadini.

E’ probabile che il presidente si concerti su una o due sale per ciascuno dei palazzi: la scelta potrebbe ricadere sulla Sala dei Giganti e sulla Camera degli Sposi, ad esempio.

Dopo le tappe al Te e al Ducale il presidente dovrebbe prendere la strada di Bozzolo. Ad attenderlo, la Fondazione don Mazzolari. Ma Mattarella dovrebbe fare altre due tappe a Bozzolo, sempre tappe nel segno di don Primo.

La prima dovrebbe essere nella chiesa, dove di don Primo Mazzolari c’è la tomba; la seconda nella canonica, dove don Primo aveva il suo studio. Il presidente conosce molto bene e apprezza la figura di don Mazzolari, così come lo conoscono e apprezzano il suo portavoce Gianfranco Astori e il direttore della segreteria Simone Guerrini, ex delegato giovanile Dc.

Infine una curiosità, che però è al momento ferma a livello di indiscrezione.

Mentre il presidente della Repubblica sarà in visita a Mantova, l’aereo presidenziale dovrebbe decollare da Villafranca per atterrare, a distanza di pochi chilometri, all’aeroporto militare di Ghedi o al D’Annunzio di Montichiari.

L’obiettivo è quello di evitare il più possibile i tragitti in automobile per ragioni di sicurezza.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento