Quotidiani locali

Cronaca italiana. Le storie del 27 ottobre 2017

Da Maroni che chiede ai sindaci di restituire i tablet usati per i referendum all''ibis che si è perso e che è tornato in aereo da Malta. Le storie di oggi dai giornali Finegil

Vaccini, ricorsi di genitori no vax al Tar
Mantova. Poter scegliere, non essere costretti a subire un'imposizione sulla pelle dei propri figli. È questo il contenuto del ricorso che una famiglia di Porto Mantovano si è vista costretta a presentare contro l'Istituto comprensivo Monteverdi di Porto Mantovano per l'esclusione del proprio bimbo di tre anni, non vaccinato, dalla scuola materna.(Gazzetta di Mantova)

Portano via dall'ospedale la figlia malata, il giudice ordina il ricovero
Vigevano. I genitori riportano a casa contro il parere dei medici la figlia di quattro mesi che soffre di gravi problemi gastrointestinali, non per incuria o mancanza di attenzione ma, sembra, per il troppo affetto. Parte una segnalazione al tribunale dei minori di Milano, i giudici ordinano di riportare in ospedale la piccola (La Provincia Pavese)

Nega la nipote ai nonni, nuora condannata
Porto Mantovano. Sei mesi alla mamma denunciata dai suoceri perché non voleva mostrare loro la bambina (La Gazzetta di Mantova)

Tablet per i referendum. Maroni: "Restituiteli". I sindaci: "Andavano alle scuole"
Maroni scrive ai sindaci: restituite i tablet usati per il voto al referendum. Furibondo l sindaco dI Linarolo, Pietro Scudellari. "Dopo aver pubblicizzato per mesi che i tablet sarebbero rimasti alle scuole, anche per giustificare la spesa di 23 milioni di euro, il governatore Maroni ha cambiato idea" (La Provincia Pavese)

Delrio: "Le grandi navi a Marghera"
Venezia. Il ministro intervenuto all'Arsenale conferma di aver preso una decisione. "Sarà definitiva e forte, frutto di una discussione seria e approfondita". (La Nuova Venezia)

Storie. Morta Lucianina archivista del Pci che incrociò la grande storia
Treviso. Ha aiutato Mikis Teodorakis a trovare rifugio in Italia, in fuga dal golpe dei colonnelli. Ha conosciuto i leader del Pci nei cruciali anni ’60 e ’70. E poi Suslov e Kirilenko, le eminenze grigie del Pcus. Amendola la chiamava "Lucianina". Lei era affezionata a Enrico Berlinguer, pur avendo lavorato con Longo e Ingrao, Pajetta e Natta, Occhetto e Petruccioli. Luciana Saltarelli, mancata a 73 anni dopo una grave malattia, è stata una testimone della storia, una ragazza del '900, alla Rossanda (La Tribuna di Treviso)

Storie. Zineb, da Castel d’Ario alla finale di miss Africa Italy
Zineb Boumejjane, 28enne di Castel d’Ario, è tra le sedici finaliste di Miss Africa Italy, sfida tra ragazze africane di seconda generazione residenti in Italia. L’ultima tappa del concorso si terrà a Milano a dicembre. «Odio i pregiudizi - spiega - e vorrei dimostrare che la donna musulmana lotta e combatte per i suoi diritti». (Gazzetta di Mantova)

Aereo pagato per l'ibis che si è perso: torna da Malta
Iris è tornato a casa. In aereo. Uno degli ibis ospitati nell’Oasi dei Quadris, a Fagagna, ha fatto ritorno in Friuli da Malta, dove si era perso durante la migrazione. Il volo è stato pagato da ambientalisti maltesi. (Messaggero Veneto)

La statua di Luciano Pavarotti arriva nel suo teatro
Modena. Cerimonia aperta dall’esecuzione di “Ghirlandeina” da parte della Corale Rossini per scoprire la statua dedicata a Luciano Pavarotti; opera dello scultore Stefano Pierotti e donata alla città di Modena dal Comune di Pietrasanta. La statua in bronzo, alta due metri, viene collocata all’angolo tra corso Canalgrande e via Goldoni, sotto il portico del “Teatro Comunale Pavarotti”. Al termine, la Corale Rossini, che annoverò tra le “sue” voci quella del giovane Luciano e del papà Fernando, intonerà il “Va pensiero” di Giuseppe Verdi. (Gazzetta di Modena)

Ludopatia. In orario di servizio fuggiva al casinò. Il giudice lo assolve: "Malato per il gioco"
Appena poteva scappava, dalla stazione carabinieri che comandava in provincia, correndo al Casinò di Venezia, per giocare. Una ossessione quella di un maresciallo che lo ha portato sotto processo per falso, perché mentre era concentrato sui tavoli da gioco del Casinò, figurava presente in caserma. Il giudice che lo ha processato, Luca Marini, però lo ha assolto considerando la sua malattia del gioco come una attenuante (La Nuova Ferrara)

Lei lo lascia, lui invia le foto hard al marito
Pistoia. Una relazione sofferta, negli anni più volte interrotta e riallacciata. Ma quando la sua amante, per il bene della propria famiglia, aveva deciso di porvi fine definitivamente, lui non aveva esitato ad inviare al marito di lei le foto hard della donna scattate durante i loro incontri intimi. Denunciato dopo mesi di messaggi offensivi e minatori, patteggia la pena davanti al gip (Il Tirreno)

Schermi per il karaoke in chiesa
Gambolò. Due schermi attaccati alle colonne, come quello per il karaoke, per aiutare i fedeli (anche i più piccoli) con i canti e le preghiere. È l’iniziativa  di don Nagari nella chiesa di Gambolò. «Si tratta di uno strumento che ha l’obiettivo di aiutarci, ma non ne vogliamo abusare», spiega don Nagari. E i parrocchiani gradiscono (La Provincia Pavese)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista