Quotidiani locali

La ludopatia in scena con "All-In"

Il testo di Nugnes al Ridotto del Teatro Stabile di Napoli dal 4 al 12 novembre 2017. Come il gioco d'azzardo può causare solitudine ed emarginazione. La regia è firmata da Giuseppe Miale Di Mauro

Due uomini e una scommessa: è l’epilogo di All-In (Il gioco può causare solitudine), lo spettacolo in scena al Ridotto del Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale dal 4 al 12 novembre 2017. Il testo di Roberto Nugnes, interpretato da Gennaro Di Colandrea e Geremia Longobardo, affonda la lama nella piaga sociale della ludopatia. Il fenomeno di dipendenza dal gioco sta dilagando in modo preoccupante: in Italia 800mila persone sono giocatori patologici e quasi due milioni sono considerate soggetti a rischio. Il gioco d’azzardo patologico è una malattia riconosciuta, ma è anche vista da molte persone come una soluzione ai propri problemi.

Geremia Longobardo in una scena di...
Geremia Longobardo in una scena di "All-In"

Il lavoro teatrale diretto da Giuseppe Miale Di Mauro racconta la storia di due amici Ernesto e Ruggiero, accomunati dal gioco e dall’estrema solitudine. Entrambi sono giunti a un punto di non ritorno. Il primo ha perso tutto: scommettere su calcio, cavalli, poker, videogallery, Gratta e Vinci e Lotto gli ha tolto la moglie, la figlia e la casa. Il secondo è il suo miglior amico; all’apparenza un vincente, fa da ragioniere all’”imprenditore” a cui Ernesto deve migliaia di euro. Sul palco i due amici condividono l’ultima esperienza insieme: quella di una giocata finale che ripagherà lo strozzino dei soldi a lui dovuti.

Il regista Giuseppe Miale Di Mauro
Il regista Giuseppe Miale Di Mauro

“L’attualità dello spettacolo è allarmante – scrive Miale Di Mauro nelle note di regia - Così come l’urgenza di divulgarlo il più possibile a giovani e meno giovani, adolescenti e giovanissimi. Il rischio è rimanere soli e per questo strapiombo purtroppo non esistono età”. Prodotto da I Due della Città del Sole in collaborazione con il Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale, lo spettacolo si avvale della scenografia di Luigi Ferrigno, delle musiche originali di Antonio Della Ragione, del disegno luci di Giuseppe Di Lorenzo e dei costumi di Giovanna Napolitano.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista