Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 7 novembre 2017

Il meglio dall'informazione locale dei quotidiani Finegil

L’Inps si "sveglia" dopo sette anni: la maestra ora può andare in pensione
EMPOLI
. Silvana Tempestini, la maestra empolese che pochi giorni fa aveva raccontato la sua storia di “dimenticata” dall’Inps, alla fine potrà andare in pensione. Lo farà alla fine di questo anno scolastico, come previsto (Il Tirreno)

Maestra troppo assente I genitori “ritirano” i figli
MODENA
. «Questa settimana non manderemo i nostri figli a scuola alle lezioni del pomeriggio e organizzeremo presso una struttura civica del nostro paese (Ideattiva) delle attività alternative». È la clamorosa protesta annunciata dai genitori della classe 2B della scuola primaria di Massa, “C.A. Dalla Chiesa”, che già lo scorso anno avevano avuto difficoltà a causa del tardivo arrivo della supplente annuale di italiano (Gazzetta di Modena)

Reggio Emilia, il flash mob dell'Ausl per il vaccino antinfluenzale
REGGIO EMILI
A. Gli operatori dell’Azienda Usl, dell’Hospice di Montericco, della Casa di cura Villa Verde e di Salus Hospital hanno realizzato un flash mob per sensibilizzare sull’importanza della vaccinazione (Gazzetta di Reggio)

Padova, disabile “scappa” dal concerto di Fabri Fibra
PADOVA
. Un concerto e una serata di divertimento trasformati in una brutta esperienza. Stefano Cucco, 30 anni, affetto da una rara malattia genetica racconta:«Al Palageox il mio posto assegnato era vicino agli amplificatori. Il volume era troppo alto ed essendo cardiopatico ho cominciato a stare male, così come un altro ragazzo disabile vicino a me: siamo stati costretti ad allontanarci" (Mattino di Padova)

Perde il lavoro e finisce in strada: "Vi racconto il mio inferno"
VIAREGGIO
. L’inferno, dice, «lo vivo quando piove». Perché «con il freddo ti puoi coprire con mille coperte e alla fine ne senti meno». Ma la pioggia, dice, «è una bestia: l’umidità si infila nelle ossa e scorre lungo la spina dorsale». È la vita da clochard raccontata da Giordano Piovesan, 55 anni, operaio superqualificato dei cantieri navali che da un anno vive in strada (Il Tirreno)

Treviso, commerciante esasperato: «Rubate? Do le foto alla questura»
TREVISO.
Storie di ordinaria delinquenza davanti al Duomo di Treviso, tra i tre locali che lavorano sotto i portici vicino all’ex Tribunale. Il titolare di uno di questi, Carlo Allegretti del Peterland, esasperato nei giorni scorsi ha affisso un cartello sulla vetrina del banco. Il messaggio, in soldoni, è chiaro: «Voi rubate? E io mando le vostre immagini direttamente alla questura» (Tribuna di Treviso)

Niente foto dei figli sui social se papà non vuole
MANTOVA
. Occhio a postare le foto dei figli sui social network, pratica pericolosa di suo, illecita se l’altro genitore non è d’accordo. Al punto che il padre (o la madre) dissenziente può rivolgersi al giudice per bloccare la pubblicazione e ottenere la rimozione degli scatti già condivisi. Così ha deciso Mauro Bernardi, giudice del Tribunale di Mantova, in una sentenza depositata nelle scorse settimane (Gazzetta di Mantova)

Diamanti come bene rifugio, modenesi ingannati dalle banche
MODENA.
Da quando è stata pubblicata la notizia che l’Antitrust ha multato 4 banche e 2 società di intermediazione sulle vendita di diamanti, il centralino della Federconsumatori di Modena ha ricevuto decine di telefonate di aiuto da parte di risparmiatori a cui sono stati venduti dei diamanti da parte di questi soggetti. (Gazzetta di Modena)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista