Quotidiani locali

Allerta valanghe, evacuati turisti bloccati in un albergo in Alto Adige

La struttura ricettiva che si trova a 1.800 metri sopra l'abitato di Melago era minacciata da una valanga di grandi dimensioni

Alto Adige, elicotteri in volo per evacuare i turisti in Val Venosta Sono iniziate in Alto Adige le operazioni di soccorso per evacuare i cento turisti rimasti isolati dalla neve a Valleunga, dove nella notte una valanga ha colpito un edificio fortunatamente vuoto. Il sindaco di Curon Venosta (Bolzano) Heinrich Noggler, ha ordinato l'evacuazione dell'albergo Langtaufererhof, all'interno del quale vi sono circa 80 persone tra ospiti e dipendenti.

E' ormai prossima a concludersi la complessa operazione di evacuazione dei 74 turisti e dei circa 20 dipendenti dall'albergo Langtauferer in Vallunga in Alta Val Venosta in Alto Adige da ieri sera bloccati senza corrente. La struttura ricettiva che si trova a 1.800 metri sopra l'abitato di Melago era minacciata da una valanga di grandi dimensioni.

Questa mattina è stato deciso di procedere all'evacuazione dall'albergo. Campo base delle operazioni di soccorso San Valentino alla Muta dove si sono riuniti i soccorritori e i cinque elicotteri impegnati nelle operazioni di trasporto dei turisti. Nei cieli dell'Alta Val Venosta, dove oggi splende il sole, in volo i velivoli di Esercito, Carabinieri, Guardia di Finanza, Pelikan II ed uno privato. Evacuate anche circa 20 persone di una pensione, vicina all'albergo Langtauferer.

Val Venosta, hotel minacciato da slavina: "Un cliente spaventato ha chiamato i soccorsi. Noi eravamo tranquilli" “Nessuno ha potuto lasciare la struttura autonomamente perché ci sono due metri di neve. Una persona si è fatta prendere dal panico e ha richiesto l’intervento dei soccorsi”. I gestori dell’hotel Langtauferer, situato a circa 1.800 metri a Melago in Vallunga (Alta Val Venosta), raccontano le operazioni di evacuazione degli ospiti dell’hotel, rimasto isolato a causa delle forti nevicate. Intervista di Amalia Matteucci

Presso la casa delle associazioni di San Valentino è stata allestita la prima accoglienza. Nel frattempo è stata riaperta la strada della Val Senales che, causa la chiusura per pericolo valanghe, da domenica sera aveva bloccato oltre cento turisti che si trovavano nelle strutture ricettive di Madonna di Senales e Maso Corto. Molto forte, di grado 5, il pericolo slavine nel nord ovest dell'Alto Adige.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon