Quotidiani locali

Strage di Latina, Capasso sottoposto a visita fu dichiarato idoneo

Una commissione gli diede 8 giorni di riposo e lo dichiarò idoneo al servizio. Stazionarie le condizioni della moglie

LATINA. Luigi Capasso, il carabiniere autore della strage familiare a Cisterna di Latina, fu sottoposto a una visita medica e dichiarato idoneo al servizio. Secondo quanto si è appreso, quando richiese un alloggio in caserma a seguito della crisi coniugale gli venne offerto dall'Arma, come da prassi, un sostegno psicologico per superare la separazione ma lui rifiutò sostenendo di avere già il supporto del suo psicologo. Per questo fu obbligato a sottoporsi a una visita medica davanti a una commissione che gli diede 8 giorni di riposo e lo dichiarò idoneo al servizio.

Latina, il comandante dei carabinieri: "Il padre ha ucciso le figlie e si è tolto la vita" "Abbiamo fatto irruzione, la persona si è uccisa e le bambine sono morte, come temevamo, da diverse ore". Così il colonnello Gabriele Vitagliano comandante provinciale di Latina, ha annunciato la morte di Luigi Capasso il carabinieri che ha sparato alla moglie e si era barricato in casa con le figlie

La moglie stazionaria, sarà operata. E' ancora sedata e ricoverata nella terapia intensiva dell'ospedale San Camillo di Roma Antonietta Gargiulo, la moglie del carabiniere autore della strage familiare di ieri a Cisterna di Latina. Secondo quanto si è appreso, le sue condizioni sono gravi ma stazionarie e la prognosi rimane al momento riservata. I medici stanno valutando quando sottoporla a un intervento maxillo-facciale alla mascella sinistra, colpita da un proiettile. L'operazione potrebbe esserci nelle prossime ore, forse in giornata.

leggi anche:

Lutto cittadino. Sarà lutto cittadino a Cisterna di Latina nel giorno dei funerali di Alessia e Martina, le due sorelle di 8 e 14 anni, ammazzate dal padre Luigi Capasso che posi si è suicidato. Lo ha annunciato il commissario straordinario del Comune di Cisterna Monica Ferrara Minolfi.

"Ho preferito il silenzio alle parole - ha detto - Ho lasciato il posto alla preghiera e alla riflessione nel momento di forte dolore della comunità. Oggi Cisterna si sveglia incredula e affranta. Nei visi di tutti i cittadini è scolpita la commozione di un'intera comunità segnata dal dolore. Eravamo tutti fiduciosi - ha proseguito il commissario - e speravamo in un epilogo diverso per le due vittime innocenti di questa dolorosa tragedia. Il pensiero di oggi va alla mamma dei due piccoli angeli e mi stringo al dolore dei familiari e a quanti hanno conosciuto questa famiglia".

I funerali al momento non sono stati ancora fissati. Non sarà effettuata l'autopsia e le salme delle sorelle si trovano da questa mattina nella camera mortuaria del cimitero di Cisterna, come quella del padre Luigi Capasso.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro