Quotidiani locali

IL KOLOSSAL RIGOLETTO
Dopo il film in diretta tv
quale futuro per la Rocca di Sparafucile?

Dopo Tosca e La Traviata, il capolavoro della trilogia popolare di Giuseppe Verdi verrà rappresentato nel fillm in diretta di Andrea Andermann il 4 e 5 settembre. Rigoletto è stata acquistato dalle tv di 138 Paesi, un record
LEGGI Mantova si collega a Roma e Parigi di Luca Ghirardini

Il 4 e 5 settembre da Mantova verrà trasmesso in 138 Paesi il film in diretta sul Rigoletto verdiano. Il terzo atto sarà ambientato nella Rocca di Sparafucile, che la produzione ha provveduto a restaurare, offrendo anche la disponibilità a donare le scenografie. L'iimobile è demaniale e dal 2011 tornerà nella disponibilità dello Stato. Il Comune di Mantova sta però valutando la possibilità di acquisirlo per farne un centro di accoglienza per i turisti, vista la posizione strategica all'ingresso più spettacolare della città e lungo la direttrice che arriva dal casello autostradale. L'unico problema potrebbe essere legato agli eventuali costi: se l'onere fosse eccessivo, le priorità sarebbero altre.

LA PRESENTAZIONE DEL KOLOSSAL
Placido Domingo, uno dei tenori più famosi al mondo, debutterà nella parte da baritono di Rigoletto e lo farà in mondovisione. La Rai, infatti, ha deciso di proseguire il filone di opere e cinema iniziato nel 1992 con Tosca nei luoghi e nei tempi di Tosca e nel 2000 con la Traviata a Parigi.

E se l'opera di Puccini fu vista nel mondo da un miliardo di persone, questo Rigoletto ambientato a Mantova promette un nuovo record, visto che allora lo spettacolo fu acquistato dalle televisioni di 107 Paesi, mentre questa volta di 138. I nomi e i numeri dello show sono tutti da kolossal e non solo per il debutto di Domingo in questo insolito ruolo (nuova parte da baritono dopo quella di Simon Boccanegra) con un cast «pieno di sorprese».

A dirigere l'orchestra sinfonica nazionale della Rai sarà Zubin Mehta, che ha diretto anche Tosca e Traviata. La regia è affidata a Marco Bellocchio, la fotografia, anzi più precisamente la cinematografia, è del premio Oscar Vittorio Storaro. E per le riprese in alta definizione realizzate dal centro di produzione di Milano verranno utilizzate 3 regie video, 30 telecamere (tante quante per una finale di Champions League), 7 chilometri di cavi e 8 gruppi elettrogeni, sufficienti ad illuminare 500 appartamenti.

I luoghi in cui saranno fatte le riprese in diretta sono quelli originali della storia, tanto che la Rocca di Sparafucile - in cui la storia narra che fu uccisa la figlia di Rigoletto - è stata restaurata per l'occasione. Andrea Andermann, che ha ideato e prodotto l'opera, ha annunciato che se il Comune vorrà, sarà anche lasciato l'allestimento scenografico.

Gli appuntamenti di questo Rigoletto, in onda su Raiuno nei luoghi e negli orari in cui si dipana la vicenda del giullare deforme, che si scontra con il bellissimo e dissoluto Duca di Mantova, saranno tre: sabato 4 settembre in prima serata e poi domenica alle 14 e a mezzanotte per la tragica conclusione. Il tutto girato fra la rocca, Palazzo Te e Palazzo Ducale, mentre l'orchestra diretta da Mehta eseguirà la partitura di Giuseppe Verdi dal teatro Scientifico Bibiena. Un modo, ha osservato il presidente della Lombardia Roberto Formigoni, per far ammirare le bellezze artistiche della città dei Gonzaga oltre che per avvicinare alla lirica.

La peculiarità di questa forma di film è che unisce la lirica a cinema e televisione senza limitarsi a mettere delle telecamere che riprendono una rappresentazione teatrale che in tv difficilmente funziona. «Penso che ne uscirà qualcosa di personale - ha osservato Bellocchio - in cui viene però difesa la tradizione di questo capolavoro». Il regista alla presentazione ha parlato di una «avventura» e anche Domingo, in un videomessaggio, ha detto che è un progetto che lo fa «impazzire, in modo positivo».

«Questo è uno dei giorni in cui sono contento di essere presidente Rai», ha commentato Paolo Garimberti, glissando una domanda sul futuro di Michele Santoro. Il prossimo progetto Rai-Andermann è già in cantiere: la Cenerentola di Gioachino Rossini nella reggia sabauda di Stupinigi con la regia di Luca Ronconi.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare