Menu

Gli Acerbi e gli ideali dell'Unitá d'Italia

Ieri in Accademia la prima giornata di studi

 Giuseppe Acerbi (Castel Goffredo 1773-1846) e il nipote Giovanni Acerbi (Castel Goffredo 1825-1869). Quindi: con Giuseppe la Restaurazione, la semplicistica definizione di austriacante; con Giovanni il Risorgimento del combattente garibaldino.  Personaggi peró di tanto spessore da impegnare un convegno di storici, ieri in Accademia Nazionale Virgiliana, oggi a Castel Goffredo, e la presenza delle istituzioni, in apertura dei lavori: il prefetto Mario Rosario Ruffo, l'assessore regionale Carlo Maccari, il sindaco di Mantova Nicola Sodano, l'assessore provinciale Roberto Pedrazzoli, l'assessore castellano alla Cultura Enrico Boldi. Giá gli interventi introduttivi avevano collegato l'incontro alle celebrazioni del 150° dell'Unitá, ma è stato l'avvocato Giovanni Acerbi, nipote di Giovanni, ha sottolinearlo, con uno squillante Viva l'Italia terminale: «Lo zio Giuseppe Acerbi e il nipote Giovanni si sono trovati presenti nei grandi ideali e realtá politiche dell'800 europeo e italiano. Ringraziamo gli studiosi che ci prospettano i problemi che ci hanno preceduto nel tempo e, soprattutto con Giovanni, gli ideali, i fatti del periodo risorgimentale che tanto coinvolsero Mantova e che hanno resa sacra per noi l'unitá della Patria che deve restare una e indivisibile». Presente anche la sorella, Renata Acerbi Ceni, con Paola Mancini, consigliere comunale castellana e Rosanna Colognesi, segretaria dell'Associazione Acerbi. Piero Gualtierotti, vicepresidente dell'Accademia e presidente dell'Associazione 'Giuseppe Acerbi' ha presentato il tour degli storici, coordinato da Vincenzo De Caprio (Universitá della Tuscia) e percorso da Roberto Ghiringhelli (Cattolica di Milano); Cinzia Capitoni e Stefano Pifferi (Universitá della Tuscia); Stefano Bruno Galli (Statale di Milano) e Aldo A. Mola (Centro Giolitti Dronero). Una lettura ben diversa da quella tradizionale e agiografica, in particolare per il Risorgimento, da Ghiringhelli. Ma tanti altri elementi di analisi e dibattito: sull'acerbiana Biblioteca italiana, sulla formazione dell'unitá nazionale, sul ruolo dei Savoia. A seguire, in sala Campogalliani, Viva Verdi, musiche risorgimentali curate da Cristina Pastorello, voci di Tatiana Bianchin, Chiara Pezzini, Cecilia Rizzetto, Francesco Savassi, Nicola Sfredda al pianoforte. Giornata conclusiva oggi a Castel Goffredo, presieduta da Vincenzo De Caprio, con Maurizio Bertolotti (Istituto Mantovano di Storia Contemporanea), Roberto Navarrini (Universitá Udine), Simona Cappellari (Universitá Verona), Piero Gualtierotti (Associazione Acerbi), Antonello Ricci. Al centro: Giovanni Acerbi e Ippolito Nievo. (rda) LUNEDÍ DEL D'ARCO Bertolini sotto i riflettori  Protagonista del prossimo "Lunedì del D'Arco", dedicato agli autori mantovani che hanno scritto per il teatro, sará Fausto Bertolini, scrittore e regista cinematografico di Pegognaga. L'appuntamento è il 25 ottobre al Teatrino d'Arco (ore 21): in programma la rappresentazione di alcune scene dallo spettacolo "La Regina e il suo Giullare" (giá portato in scena dalla Campogalliani) e una carrellata di personaggi femminili di Fellini, del quale Bertolini è stato assistente. Ingresso libero. QUINGENTOLE Per Bradipoteater è 1704.  Oggi Aleksandra Di Capua e Andrea Tamagnini sono a Quingentole con la compagnia Bradipoteater e lo spettacolo 1704., alle 21 al Teatro Comunale (ingresso libero). L'Antica Repubblica di San Marino rivendica il diritto a difendersi dichiarando Guerra Preventiva al resto del mondo, per esportare libertá e democrazia. QUISTELLO Viva Verdi e l'Unitá d'Italia  Al Lux di Quistello è "Viva V.e.r.d.i.!", omaggio al 150º anniversario dell'Unitá d'Italia fra musica e arte (oggi alle 16). A cura di Giorgio Piccinini con la partecipazione della Corale Verdi di Ostiglia e della Banda intercomunale Quistello-Poggio Rusco. DEVINCENTI MULTILIVING Diesel in mostra a Piubega  Domani dalle 10 alle 20 il Devincenti Multiliving di Piubega ospiterá un evento dedicato al marchio Diesel di Renzo Rosso. Declinato non solo nell'abbigliamento, ma anche in bottiglia (vino) e su quattro ruote (una 500 rossa fiammante disegnata per Fiat). Musica dal vivo coi Texas Dream.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro