Menu

Soave di Porto Mantovano. Con le strade imbiancate ieri ci sono state decine di incidenti

Sprofonda con l'auto nel canale

Esce di strada per il ghiaccio, la poliziotta si salva a nuoto

 PORTO MANTOVANO. Santa Lucia le avrá portato fortuna, ma a salvarla sono state forza e luciditá. Se l'è cavata con qualche botta e una settimana di convalescenza Gisella Calzavara, 43 anni, agente di polizia, finita ieri mattina nel Diversivo con la sua auto, a causa del ghiaccio.  L'incidente è successo ieri mattina alle otto, proprio mentre la donna (originaria di Padova, residente a Volta Mantovana) andava al lavoro, all'Ufficio immigrazione della Questura. Per evitare il traffico in ingresso alla cittá, stava percorrendo strada Soave, che scorre accanto al Diversivo. Alla guida della sua Smart, sulla leggera salita del ponte, improvvisamente ha sbandato - pare perché abbagliata dal sole - l'auto è slittata sull'asfalto ghiacciato ed è finita fuori strada, imboccando subito la discesa verso il canale pieno d'acqua. Un volo di diversi metri, reso ancora più veloce nell'ultimo tratto cementato.  Appena toccata l'acqua, la piccola utilitaria si è inabissata, con la conducente ancora all'interno. Fortunatamente una portiera si è aperta e l'automobilista, con grande prontezza è stata capace di uscire dall'abitacolo e raggiungere la riva. Per metá nell'acqua ghiacciata, ha tentato di arrampicarsi lungo la spalla del canale. Ma, essendo di cemento, quindi scivolosa, non riusciva a risalire. Così ha cominciato a urlare, a chiedere aiuto; finché un altro automobilista di passaggio l'ha notata. E' corso di sotto, le ha lanciato una corda e con quella è riuscito finalmente a riportarla a riva. Gisella tremava, aveva riportato qualche contusione, ma nulla di grave. E' stata subito soccorsa dal 118, che l'ha accompagnata al pronto soccorso del Carlo Poma. La donna ha riportato un principio di assideramento e qualche contusione: nulla di grave, giá in tarda mattinata è stata dimessa con una settimana di prognosi.  Nel frattempo, sul luogo dell'incidente sono intervenuti i carabinieri di Porto Mantovano per i rilievi e i vigili del fuoco di Mantova con i sommozzatori, per il recupero dell'auto finita in fondo al canale. Solo al pomeriggio, la Smart è stata ritrovata cinque chilometri più a valle.  Ma questo non è stato l'unico incidente. In mattinata, in particolare, ne sono successi un po' in tutta la provincia. Alle sette e mezza, un'auto è uscita di strada a Castelbelforte, sulla provinciale per Susano: un uomo e una donna sono rimasti feriti. Una caduta in moto si è verificata a Cerese, via Parenza Alta verso San Cataldo. Alle nove, un'altra auto fuori strada a Squarzanella, in ospedale una donna di 37 anni; infine uno scontro a Volta Mantovana davanti al cimitero.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro