Menu

Tori in fuga, stop al traffico

Casaloldo, per catturare gli animali sono servite venti ore

CASALOLDO. Hanno festeggiato l'ultimo dell'anno con una fuga di massa. In 42 sono schizzati fuori dalla stalla dov'erano stati rinchiusi pochi giorni prima per disperdersi nelle campagne circostanti. Stiamo parlando di tori. L'ultimo è stato ripreso sabato mattina alle undici.

La strada che collega Quattrocase ad Asola, a poca distanza dal tristemente noto incrocio sulla provinciale per Piubega, è stata chiusa al traffico con un'ordinanza del sindaco. Una ventina di persone, tra carabinieri, polizia municipale, veterinari dell'Asl, dipendenti dell'azienda agricola e polizia stradale (quest'ultima intervenuta su esplicita richiesta del Prefetto), sono state impegnate per tutta la notte. E molte di loro hanno dovuto saltare il classico cenone di fine anno.

Tutto succede in via Molinello Sotto a Casaloldo, nell'allevamento dei fratelli Musa. Sono circa le tre del pomeriggio quando l'agricoltore entra nella stalla dove sono custoditi 42 tori, appena arrivati dalla Francia, per pulirla. Gli animali sono attentissimi. Individuano la via di fuga e uno dopo l'altro lasciano il loro ricovero.

Gli sforzi dell'allevatore per recuperarli è inutile. La mandria si disperde nei campi, attraversando la strada. E in quel momento scatta l'emergenza. Il sindaco, per timore di incidenti, ordina la chiusura della strada mentre accorrono gli uomini dell'Arma, la polizia municipale, l'Asl, i dipendenti dell'agricoltore e anche una pattuglia della Stradale.

Per tutta la notte e per buona parte della mattinata di sabato, sfidando le gelide temperature, una ventina di persone ha lavorato ininterrottamente per radunare gli animali, il cui peso supera abbondantemente i tre quintali. L'ultimo è stato catturato verso le undici del mattino, dopo venti ore di inseguimenti.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro