Menu

Raid a ripetizione
contro gli speed-check

Incendiato al debutto l’apparecchio di Rivarolo, svuotato quello di Casteldidone. E a Cividale i vigili cedono ai vandali

RIVAROLO MANTOVANO

Ormai è guerra. Senza esclusione di colpi, compreso il fuoco. L’attacco agli autovelox di Rivarolo continua. Tre settimane fa quello di strada Bozzolo era stato preso a martellate mentre cercavano di attivarlo. Quello posizionato a Casteldidone era stato “svuotato” e per quello di Cividale erano stati gli stessi vigili a prevenire i danni smontando le parti mobili prima che qualcuno le rubasse. Da una parte della trincea un gruppo, probabilmente, di automobilisti negligenti e ostinati, dall’altra il Comune che tira dritto sulla strada della sicurezza stradale. Martedì sera il nuovo assalto: è stato appiccato il fuoco allo speed check di strada Bozzolo, che è andato completamente distrutto.

Si sono salvati soltanto i quattro bulloni in ferro con cui l’apparecchio, che è di plastica, era saldato al terreno.

Il commando di vandali è entrato in azione molto probabilmente in serata. Non casualmente: infatti proprio nella stessa mattinata i tecnici della ditta con il personale del Comune avevano messo in funzione lo speed check. I loro movimenti non sono sfuggiti a qualcuno, forse un automobilista già colto in flagrante dall’occhio elettronico, che non ha gradito l’operazione e ha deciso di mettere subito l’apparecchio fuori uso. Alle 20 l’autovelox era ancora intatto, secondo quanto hanno riferito alla polizia locale alcuni testimoni. Nonostante durante il probabile orario dell’incendio la provinciale fosse abbastanza trafficata, nessun automobilista si è accorto di qualche movimento sospetto. I piromani sono riusciti così ad agire indisturbati.

Uno dei primi ad accorgersi di quello che era accaduto è stato l’assessore comunale Sauro Favagrossa. L’amministratore poco prima delle 21 è stato visto accorrere in strada Bozzolo con un grosso estintore per spegnere l’incendio. Un tentativo caduto nel vuoto, perché lo speed check era gia completamente colato su se stesso.

Secondo le ricostruzioni dei vigili del fuoco qualcuno molto probabilmente deve aver versato all’interno dell’apparecchio della nafta o del gasolio, il cui odore è ancora percebile, ha appiccato il fuoco ed è ripartito velocemente in auto. E’ questa la terza volta che lo speed check in strada Bozzolo viene preso di mira. L’anno scorso era stato mandato fuori uso subito dopo il posizionamento. Del fatto sono stati avvisati anche i carabinieri di Bozzolo e secondo quello che si dice in paese, i vigili si sarebbero detti decisi ad installare telecamere mobili per cercare di sorprendere i vandali. L’amministrazione non ha intenzione di cedere. (a.p.)

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro