Menu

Sindaco e vescovo spalancano le porte della nuova chiesa

La parrocchiale di Casaloldo torna ai fedeli LA comunità ha contribuito con oltre trecentomila euro

CASALOLDO

L’arrivo delle autorità alla chiesa restaurata è stato preceduto dalla banda, ma già tantissimi del paese si erano dati appuntamento li, in piazza, per la cerimonia che ha ufficialmente chiuso quattro anni di lavori, con due anni in cui la comunità è rimasta senza la sua chiesa. La tenda sul retro del tempio, che ha ospitato le celebrazioni della domenica, non è riuscita a contenere i tantissimi fedeli che si sono affollati per la cerimonia di ieri. «Quello che più mi dà soddisfazione - ha spiegato la sindaco Patrizia Leorati - è che questa comunità non è riuscita soltanto a conservare quello che è stato lasciato dai padri, ma è stata capace con l'aiuto di tutti di progettare qualcosa di nuovo, non solo conservando quanto ereditato, ma migliorandolo».

Si riferiva sicuramente al nuovo pavimento riscaldato in marmo rosso veronese, e alle tante soluzioni tecnologiche che sono state individuate in fase di progettazione. Dopo i saluti di rito delle, comunque, la cerimonia si è spostata nella chiesa, le cui porte sono state aperte dalla sindaco e dal Vescovo Busti. Dentro il parroco don Alberto saluta i suoi fedeli: il primo ringraziamento, che è poi un ricordo, è stato per l'ex parroco Don Angelo. L'applauso della folla parte spontaneo. «Se pure ci è mancata una chiesa di mattoni - ha detto - non ci è mai mancata la chiesa delle anime, e ci siamo sempre trovati alla messa come una comunità autentica. Quando scrivono i libri di storia non parlano della gente, ma siete stati proprio voi a rendere tutto questo possibile, con le vostre offerte che hanno raggiunto i 342 mila euro e con il supporto che avete dato a partire dall'amministrazione della parrocchia fino alle pulizie. Le autorità, le tante sovrintendenze che si sono avvicendate sui lavori, tutti dovrebbero avere più attenzione per voi, che siete l'essenza della comunità».

Tantissimi i fedeli in piedi, mentre un lungo applauso ha chiuso il discorso. È arrivato infine il momento dei riconoscimenti ai tanti che si sono impegnati direttamente nel progetto, prima dei vespri celebrati da monsignor Busti.

Vincenzo Bruno

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro