Quotidiani locali

Acquanegra, giostrai accampati nell’ex discarica abusiva

L’area era stata contaminata da rifiuti pericolosi. Il sindaco: nessun pericolo, l’inquinamento non è in superficie. Ma le opposizioni gridano allo scandalo

ACQUANEGRA SUL CHIESE. Un accampamento di giostrai nell'ex discarica abusiva. Da alcuni giorni un paio di roulotte è parcheggiato ad Acquanegra sul Chiese. Il sito, ufficialmente identificato come piazzola ecologica comunale nel decennio 2000/2010, era divenuto discarica abusiva a causa di incuria e cattiva gestione, con rifiuti pericolosi ed altamente inquinanti abbandonati al suolo e con inevitabile contaminazione del terreno ad opera di olii minerali, acidi di batterie e, tra i cumuli depositati al suolo, amianto derivante dalle demolizioni edilizie locali.

L’Arpa, dopo continue prescrizioni di messa a norma della struttura (prescrizioni mai realizzate), aveva ordinato la chiusura della struttura, mentre la vicenda, arrivata alla Procura della Repubblica di Mantova, aveva coinvolto l’Amministrazione comunale per diretta responsabilità nella gestione.

Nel gennaio 2010, il neo sindaco Cantarelli ne ordinò ufficialmente la chiusura con apposita ordinanza, provvedendo a realizzare una nuova struttura.

Ora l’area è stata occupata da un accampamento di giostrai, con il consenso dell’Amministrazione comunale che ha anche provveduto alla fornitura delle utenze necessarie (acqua e luce). Il sindaco Erminio Minuti: "Nessun pericolo per i giostrai, in superficie non ci sono materiali pericolosi". Ma le opposizioni (Lega e Pd) gridano allo scandalo.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista