Menu

Neve e gelo in vista. È tutto pronto

Tea e Provincia hanno sparso il sale sulle strade. Oggi in Prefettura vertice per l’emergenza senzatetto

di Sandro Mortari

Arriva il grande freddo e anche a Mantova è scattata la cosiddetta «fase 2» di attenzione. La prefettura, ieri, ha allertato l’apparato statale, e cioè le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, la Croce Rossa, i militari del Quarto missili e i radiomatori. La Provincia ha fatto altrettanto con la Protezione civile (procedendo anche alla salatura dei 1.100 km di strade di competenza), mentre il Comune di Mantova, per ora, ha messo a disposizione dei senzatetto il dormitorio di via Ariosto oltre ad attivare la Tea che ha già fatto scattare il piano neve. Per il momento non c’è alcuna situazione di emergenza: la neve fino a ieri sera in città non s’è ancora fatta vedere, mentre il termometro s’è abbassato notevolmente a causa del vento gelido che ha spazzato il territorio per tutto il giorno. Il gelo dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, per cui il Comune ha chiesto e ottenuto per oggi alle 12.30 una riunione in Prefettura con tutte le realtà interessate all’eventuale emergenza. Al tavolo oltre a Comune e Prefettura, siederanno Protezione civile, Aspef, Caritas, Croce Rossa e Servizio di pronto soccorso sociale. In quella sede, si deciderà come intervenire e verranno distribuiti i compiti. «Per ora - dice l’assessore al welfare Arnaldo De Pietri - abbiamo messo a disposizione il nostro dormitorio. La questione, però, non può riguardare solo noi ed è per questo che abbiamo voluto il tavolo. In base alle necessità siamo comunque pronti ad aumentare il nostro impegno».

Intanto, già nella serata di lunedì è scattato in città il piano neve della Tea. Sulla viabilità principale sono state sparse 20 tonnellate di sale per combattere la formazione di ghiaccio. In caso di abbondanti nevicate sono pronte ad intervenire trenta persone. Le scorte di sale ci sono (finora è stato utilizzato solo il 30% del totale). Ieri sera i mezzi della multiutility sono intervenuti per il trattamento antineve nei Comuni della cintura (Bigarello, Roverbella, Curtatone e Virgilio) e della Bassa (Pegognaga e Gonzaga). In caso di necessità, sono pronti a muoversi, tra spartineve e spargisale, ben 130 mezzi delle 42 ditte convenzionate.

Anche la Provincia ha mandato in strada i suoi mezzi; a mezzogiorno sono usciti gli spargisale a Castiglione, nell’Asolano e nel Viadanese, dove vi è stata una leggera spruzzata di neve a metà pomeriggio; alle 13 è stata effettuata la salatura delle strade a Volta e a Roverbella, mentre dal tardo pomeriggio nel Suzzarese, nel Destra Secchia e nella zona del Destra Mincio. Complessivamente, Palazzo di Bagno è pronto a mobilitare 90 mezzi tra spargisale e spartineve, dislocati negli otto reparti stradali individuati nei punti strategici del territorio. A ventitrè unità ammonta il personale interno pronto ad intervenire in caso di bisogno, a cui si affiancherà una sessantina di esterni forniti dalle ditte convenzionate. In totale, lungo l’intera rete stradale provinciale si prevede di spargere tra le 80 e le 100 tonnellate di sale.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro