Quotidiani locali

I Nomadi hanno un nuovo cantante
Ma il nome è ancora top secret

I Nomadi hanno trovato il cantante che sostituirà Danilo Sacco, uscito dalla band a novembre. La conferma arriva dal manager del gruppo impegnato a Mantova nelle selezioni del nuovo solista. Ma il nome del successore resta top secret. Sarà svelato soltanto il 25 febbraio a Novellara. Voci di un film di Pupi Avati sulla storica band emiliana

MANTOVA . I Nomadi hanno trovato il nuovo cantante che sostituirà Danilo Sacco, che aveva preso il posto del mitico Augusto Daolio nel 1993 e che ha lasciato il gruppo nel novembre scorso. Ma Il nome resta top secret. Sarà svelato soltanto a Nomadincontro di Novellara di Reggio Emilia, il 25 e 26 febbraio.

Il nuovo cantante sarebbe stato individuato proprio in questi giorni dai Nomadi, capitanati da Beppe Carletti, in una serie di selezioni al Palabam di Mantova, dove la band sta lavorando da lunedì in grande segretezza.

«Lo abbiamo trovato - conferma il manager Maurizio Dinelli - e ora i Nomadi stanno facendo le prove dello spettacolo del 25 febbraio a Novellara, il primo con la nuova formazione». Nomadincontro - la due giorni di raduno, che presenterà il nuovo cantante al posto di Danilo Sacco proprio nella patria della band - è attesissimo dai fan club che già domenica scorsa si sono ritrovati a Novellara. Nell’occasione era corsa voce che il regista Pupi Avati farà un film sui Nomadi. Una pellicola per rivivere la bellissima storia di Augusto Daolio, Beppe Carletti e gli altri, dalle prime esperienze nella bassa Reggiana ai successi che li hanno resi celebri e amatissimi dal pubblico ovunque, grazie alle loro canzoni e a quelle di Francesco Guccini.

Danilo Sacco, 47 anni, divenne la voce solista del gruppo nel 1993 dopo la prematura scomparsa di Augusto Daolio, vent'anni fa. Il 22 maggio 2009, durante un  tour della band, Sacco era stato ricoverato all’ ospedale di Asti per un infarto e aveva subito un intervento di angioplastica. Per diversi mesi le canzoni vennero cantate da Sergio Reggioli, Massimo Vecchi e Cico Falzone.

L’annuncio di lasciare Carletti & Co.  lasciò di stucco i tanti fan che seguono da sempre la band con calore e passione. Oltre a ai problemi di salute, non era estranea alla decisione di Danilo Sacco la volontà di continuare l'attività artistica da solista, abbandonando i ritmi stressanti dei Nomadi. Alcuni mesi fa Sacco disse,  infatti, che «i Nomadi sono un’azienda, non una famiglia, e siamo tutti dipendenti di Beppe Carletti.  È giusto che sia così. Però, di spazio per i tuoi sogni, nessuno. Ora devo riprenderli in mano. Mi sto preparando a una vita con più Danilo Sacco e meno Nomadi». (maf)

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista