Quotidiani locali

Gelo record, domani torna la neve

Minima a -9° in città, a -11° nella Bassa. Continua l’allerta per il ghiaccio

Il peggio (climatico) deve ancora venire. Si annunciano minime record e un ritorno della neve, già domani e forse anche venerdì. Lo spiegano dal Centro Meteo Network: «Se nei giorni scorsi il cielo coperto ha limitato la discesa del termometro– dice il responsabile Marco Giazzi – il cielo sereno delle ultime ore riserverà un gelo maggiore». La minima in città, per esempio, sabato era sui -5°, ieri sui -6°, ma nel corso dell’ultima notte è scesa anche a -8°, -9°. Ancora peggio nella Bassa, dove la neve ha aumentato la dispersione di calore: nell’ultima notte si è arrivati a -10° e -11°. Le conseguenze? Anche nei prossimi giorni il lago continuerà a ghiacciare, dunque. Con questo clima siberiano, il ghiaccio rischierà di diventare una trappola per automobilisti. Già ieri non sono mancati incidenti. A Redondesco l’auto di due coniugi si è rovesciata sulla Postumia. Era l’una e mezza del mattino, l’auto ha slittato su un invisibile velo di ghiaccio e s’è ribaltata nel fosso. È andata benissimo: marito e moglie (55 anni lui, 53 lei, di Acquanegra, via Primo Maggio), spaventati e ammaccati, sono riusciti ad uscire dall’auto, aiutati da alcuni soccorritori, prima dell’arrivo dei pompieri. Trasportati in ambulanza al pronto soccorso più vicino, quello dell’Oglio Po, se la caveranno in meno di una settimana. Se l’è cavata senza gravi conseguenze anche la studentessa di San Giorgio che ieri mattina attorno alle cinque e mezza a Governolo, al volante della sua Opel, ha fatto un sorpasso e perso il controllo, anche in questo caso per l’asfalto ghiacciato. L’auto è finita fuori strada e ha sbattuto contro un albero. Pericolo anche per i pedoni: ieri almeno i pronto soccorso della provincia hanno medicato almeno una decina di polsi fratturati a seguito di scivoloni sui marciapiedi.

Programmato fino a martedì, ma sarà probabilmente prorogato fino al cessato allarme meteo, il servizio di apertura della stazione ferroviaria di piazza Don Leoni dove la notte tra sabato e ieri i volontari della protezione civile hanno offerto coperte e tè caldo a tre senza tetto, due uomini e una donna. A Suzzara invece, dove la sala d’aspetto della stazione è freddissima, è stata aperta una sala riscaldata in Comune.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Gazzetta di Mantova
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.