Menu

I pm: «Sono gli imprenditori a cercare la ’ndrangheta»

In seguito all’operazione che ha portato all’arresto di una decina di esponenti della 'ndrangheta operanti in Lombardia, che gestivano la sicurezza in ben diciassette discoteche della movida, il pm di Milano Storari ha affermato che "oggi sono gli imprenditori lombardi a cercare i mafiosi per avere aiuto"

MANTOVA. «Questa indagine conferma quanto emerso nel corso di molte altre inchieste sui legami tra 'ndrangheta e imprenditoria in Lombardia: ovvero che sono gli imprenditori a cercare le cosche, e non più viceversa».

A parlare è il pm Paolo Storari della Procura di Milano nel corso della conferenza stampa organizzata per illustrare i dettagli dell'operazione che ha portato all'emissione di una decina di ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti appartenenti alla cosca calabrese Barbaro-Papalia che, in Lombardia, garantiva la sicurezza in ben 17  discoteche. Il termine infiltrazione non è corretto, perché dà l'idea di un virus che dall'esterno attacca un corpo sano», ha aggiunto il Pm. «E invece non è così, almeno non più, sono le presunte vittime, gli imprenditori, a chiedere l'aiuto della 'ndrangheta - ha spiegato Storari -. In questo caso specifico si adombra addirittura un rapporto decennale tra le parti, con una sorta di assicurazione che veniva periodicamente rinnovata».

Sono 17 le discoteche e i locali a Milano e nell’hinterland dove i servizi di sicurezza erano gestiti da buttafuori della Scf snc, la società di Flavio Scarcella, arrestato  con altre nove persone per associazione per delinquere di stampo mafioso nell’ambito dell’inchiesta sul clan Barbaro Papalia.

Nell’ordinanza di custodia cautelare il gip Franco Cantù Rajnoldi ne fa l’elenco completo. Si tratta dell’Academy Musicabaret in via Mecenate, del Borgo dei Sensi - Karma di Milano in via Fabio Massimo, del Café Etniko in via Canonica, del Camana Club in via Palermo a Buccinasco, dello Chandelier in via Broggi 17. Tra i locali indicati anche il Codice a Barre in Alzaia Naviglio Grande, il De Sade in via Valtellina 21, il Diverso in via Gallarate 224, l’Indian Soul Company in via Isonzo a Rozzano, il Lago Verde in via Macconago, L’Oasi in via Lombardia a San Giuliano Milanese, i Magazzini Generali in via Pietrasanta, il Pelledoca in via Forlanini, le Piscine Saini in via Arcangelo Corelli, lo Streep Club in via Padova, il Tunnel Club in via Giovanbattista Sammartini, il Trotto in via dell’Ippodromo.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro