Menu

burgo

La favola del lavoro pulito Il film in scena alla cartiera

Rispettando le regole nel lavoro e nella vita privata, è possibile andare avanti anche in tempo di crisi. Questo il messaggio che viene alla mente dopo avere visto il film “La favola mia”

Rispettando le regole nel lavoro e nella vita privata, è possibile andare avanti anche in tempo di crisi. Questo il messaggio che viene alla mente dopo avere visto “La favola mia”, il film documentario che narra quattro storie di vita quotidiana e di integrazione di uomini e donne, realizzato tra alcuni dipendenti della cooperativa Viadana Facchini, la società di servizi a facchinaggio che impiega 360 persone, il 90% delle quali straniere. Girato nel 2010-11 su iniziativa di Cristiano Ferrarese, Luca Di Corato e Cristian Dondi (quest'ultimo in veste anche di regista), il filmato è stato presentato ieri sera nella sala mensa autogestita della cartiera Burgo.

«Lo abbiamo voluto proiettare in questo luogo (su uno schermo improvvisato composto da maxi fogli di carta incollati) dove è stato tolto il lavoro, per fare vedere che se si rispettano le regole, con diritti e doveri, è possibile rimanere sul mercato» hanno affermato i promotori dell'iniziativa, di fronte ad un vasto pubblico intervenuto per l'occasione e del quale facevano parte Anna Paola Cova del Pd nazionale, l'assessore provinciale Elena Magri, il consigliere regionale Marco Carra, Benedetta Lorenzi segretaria del Circolo Pd di Roverbella, Stefano Gavioli, ex operaio della Lavorwash.

La pellicola, autoprodotta (con il contributo di 1.500 euro donati dal Pd regionale), ha messo in luce che non esistono differenze etniche quando si vuole veramente vivere insieme nel contesto sociale e che anche nei periodi bui se si rimane uniti le difficoltà si superano. Non a caso alla coop viadanese la congiuntura economica negativa è stata bilanciata dalla riduzione dello stipendio del 30% ai lavoratori, senza però lasciare a casa nessuno.

«È uno spaccato del quotidiano –ha dichiarato il regista - Non abbiamo voluto proporre domande o risposte, ma soltanto raccontare una interessante realtà». Il 16 febbraio “La favola mia” sarà presentata al circolo Gulliver di Dosolo. In programma ci sono inoltre altre tappe fuori dai confini mantovani.

Graziella Scavazza

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro