Menu

Prefetto e procuratore chiamati dall’antimafia

La Cincarilli e Condorelli saranno ascoltati dalla commissione del Senato sull’ipotesi di infiltrazioni mafiose. Mirabelli: chiarire perché si indaga solo adesso sulla sparatoria di tre anni fa a Viadana

MANTOVA. Il prefetto di Mantova, Carla Cincarilli, e il procuratore capo della Repubblica, Antonino Condorelli, verranno presto ascoltati dalla Commissione Antimafia del Senato per riferire riguardo ai sospetti di infiltrazioni da parte della ’ndrangheta nel Viadanese. A comunicarlo è il senatore Franco Mirabelli, capogruppo del Partito democratico nella stessa commissione bicamerale.

«A proposito delle notizie apparse sugli organi di informazione sul presunto coinvolgimento di esponenti Comune di Viadana nella criminalità organizzata - dichiara il senatore Mirabelli -, oggi (ieri per chi legge n.d.r.) nell'ufficio di presidenza della Commissione Antimafia ho chiesto ed ottenuto un'audizione urgente del prefetto e del procuratore della Repubblica di Mantova per approfondire le vicende legate alle infiltrazioni 'ndranghetiste, in particolare a Viadana. Serve - prosegue il capogruppo del Partito democratico in commissione - chiarire l'iter che ha portato ad inserire, nella white list per gli appalti per la ricostruzione post terremoto, una ditta il cui presidente è in odore di rapporti con le famiglie criminali. Infine, serve comprendere le ragioni per cui solo dopo tre anni si riapre l'inchiesta su fatti di sangue che hanno coinvolto pregiudicati legati alla criminalità organizzata». Il riferimento è all’ormai ex assessore comunale di Viadana Carmine Tipaldi (autosospesosi dal Pd), coinvolto anche nel giallo della sparatoria di via Aroldi, un giallo tornato alla luce solo dopo alcuni anni. Sul caso viadanese la segnalazione al senatore Franco Mirabelli era arrivata dalla parlamentare del Pd Giovanna Martelli, che aveva invitato il collega di partito al recente vertice milanese tenuto nella federazione regionale dei democratici.

Nei giorni scorsi anche il sindaco di Viadana, Giorgio Penazzi, aveva scritto alla presidente della Commissione antimafia, Rosy, Bindi, chiedendo di fare chiarezza sulle questioni che hanno portato l’ormai ex assessore Carmine Tipaldi nell’occhio del ciclone.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro