Menu

Un’altra soluzione-ponte: i profughi lasciano le tende

Anche gli ultimi 25 fuori dal campo della Cri: trasferiti nella villa del ministero. La nuova sistemazione è a tempo: il 10 giugno bisognerà sgomberare

MANTOVA. Il nodo, per ora, è sciolto: i 25 profughi che non avevano potuto lasciare il campo della Croce Rossa a Castiglione delle Stiviere da mercoledì si trovano a Villa Brescianelli. Il campo allestito in località Ghisiola è stata sgomberato e - dopo i 25 distribuiti tra Borgo Virgilio e Quingentole - gli ultimi 25 migranti sono stati portati nella sede dell’Istituto centrale di formazione, di proprietà del ministero della Giustizia. La struttura, che si trova nella parte più vecchia del paese, è attrezzata per ospitare circa ottanta persone, con camere da letto, cucine e personale qualificato dipendente dal ministero. Tuttavia, la task force vede coinvolti altri enti, tra cui la Provincia, il Comune e alcune associazioni che, per convenzione, dovranno gestire i rimanenti giorni di emergenza che, al momento, non sono stati quantificati in una data precisa.

I profughi sono arrivati nel pomeriggio di mercoledì nella struttura. Si tratta di uomini compresi fra i trenta e i quaranta anni (ma c’è anche qualche persona ben più avanti con l’età), che arrivano dalla Libia, ma sono di origine pakistana e ghanese. Nel pomeriggio in prefettura l'assessore ai servizi sociali di Castiglione delle Stiviere, Luigi Guarisco, con il personale del Comune del terzo settore, ha partecipato alla riunione di coordinamento. Di certo, al momento, c'è al vaglio degli uffici dei vari enti coinvolti la documentazione per raggiungere un accordo, per mezzo di una convenzione, che garantisca equità e trasparenza nei rapporti, ma anche nelle forze coinvolte, al fine di operare al meglio per garantire condizioni di buon ospitalità a queste persone.

Villa Brescianelli, al momento, ha messo a disposizione i locali, le camere da letto e l'area mensa ma non il personale che, per adesso, fino alla firma della convenzione, resterà quello dei volontari delle varie associazioni che hanno gestito il campo alla Ghisiola.

Mercoledì sera la Croce Rossa ha offerto la pizza ai 25 uomini, facendo sapere di essere in grado di affrontare l'emergenza ancora per cinque giorni. La convenzione, dunque, appare necessaria per proseguire l'accoglienza di queste persone. Nel frattempo i profughi sono alloggiati nelle stanze della villa, sicuramente struttura più idonea per affrontare anche le condizioni climatiche avverse di questi giorni. Il Comune di Castiglione delle Stiviere continuerà a monitorare le operazioni con il suo personale, in particolar modo l'area del terzo settore che, in questi giorni, si è occupata di gestire le fasi di emergenza. Tuttavia, villa Brescianelli ha dato come prima data di sgombero il 10 giugno prossimo. Per cui l'emergenza continua.

Luca Cremonesi

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro