Menu

Poggio Rusco ha celebrato i 350 anni della Gazzetta

Una serata a parlare di Gazzetta e di cose poggesi con il direttore della Gazzetta, Paolo Boldrini in una sala conferenze gremita da quasi cento persone che hanno ripagato i relatori con calorosi applausi

POGGIO RUSCO. Una bella serata a parlare di Gazzetta e di cose poggesi, con l’entusiasmo di chi ama la propria terra e il proprio lavoro, in una sala conferenze gremita da quasi cento persone che hanno ripagato i relatori con tanti calorosi applausi.

Soddisfazione per l’assessore alla cultura Carla Magnoni che ha organizzato l'evento dedicato al 350° della Gazzetta, di cui era ospite d’onore il direttore Paolo Boldrini, partito nel 1989 da Poggio Rusco per entrare nella redazio ne del giornale più antico d’Italia. Per molti è stata l’occasione per salutare un vecchio amico che si è fatto strada ed esprimergli stima e affetto, incluso il sindaco Sergio Rinaldoni che ha ricordato Boldrini corrispondente quando lui era maresciallo dei carabinieri della caserma locale. Il direttore della Gazzetta ha illustrato gli eventi ai quali un comitato sta lavorando da oltre un anno per celebrare il 350°. Tra questi un’imponente mostra multimediale a Palazzo Te: un viaggio attraverso i tre secoli e mezzo di storia del giornale e di Mantova.

Boldrini ha raccontato anche alcuni episodi del periodo in cui era corrispondente da Poggio e ha espresso un affettuoso ricordo della giornalista poggese Maria Grazia Savoia. Incalzato dal pubblico, il direttore ha approfondito i temi dell’editoria in rapporto all’innovazione tecnologica e dell’etica nelle scelte editoriali, e ha parlato del caso Aldrovandi, di grande interesse per i presenti. Dopo l’introduzione dell’assessore Magnoni, il ricercatore storico Lino Rezzaghi ha illustrato la storia della Gazzetta proiettando e leggendo, coadiuvato da Federica Ragazzi, una selezione di articoli dal 1665 a fine ‘800.

A seguire Roberta Bassoli, corrispondente dal 1993, che ha affrescato un quadro di Poggio e dei poggesi attraverso una selezione di articoli che in vent’anni hanno dato spazio a personalità e personaggi locali, a fatti di cronaca e ai grandi lutti, alle curiosità e alle notizie “tipiche” poggesi. Un ulteriore contributo è stato offerto dalle poetesse Idi Simoncelli, Lia Pinotti e Lidia Basaglia, ciascuna delle quali ha letto una propria composizione dedicata alla Gazzetta, tutte molto applaudite.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro