Quotidiani locali

SCIENZA E SPIRITUALITA'

Rita: "Né maga, né fattucchiera, guarisco le persone con le mani"

Rita Cutolo, considerata da molti una guaritrice, dopo il silenzio con cui aveva lasciato il convegno di lunedì sera all'Avis Park, durante il quale non aveva rilasciato dichiarazioni, ci ha ripensato e attraverso i suoi collaboratori, ha invitato la Gazzetta di Mantova ad assistere alla sua attività. In tanti in fila per essere toccati e guariti. Un medico chirurgo: "Le ho visto fare cose miracolose"

MANTOVA.  "Si avvicini pure, venga a vedere quello che faccio. Impongo le mani sulle persone, e con la preghiera chiedo a Dio, alla Madonna e agli Angeli di guarirle, tramite me. Qua non ci sono maghi o fattucchieri". Rita Cutolo, considerata da molti una guaritrice, dopo il silenzio con cui aveva lasciato il convegno di lunedì sera, durante il quale non aveva rilasciato dichiarazioni, ci ha poi ripensato e attraverso i suoi collaboratori, ha invitato la Gazzetta di Mantova ad assistere alla sua attività. Ieri mattina nella sede del Gap di Cerese, a Borgo Virgilio, è stato allestito un centro di ricevimento.

Al cancello di ingresso è comparso l'avviso “Rita riceve qui” e per diverse ore c'è stato un continuo via vai di gente. Tutti in fila, anche qualche medico, in attesa del proprio turno e di una presunta guarigione, provenienti dalla provincia, ma soprattutto da fuori città. Per ogni malato, il sistema seguito da Rita è stato sempre lo stesso, ripetuto per decine di volte: far accomodare il "paziente" su una sedia, cominciare a sfregare le mani fino a raggiungere una temperatura anche di cinquanta gradi, come è stato riferito, e infine imporle per alcuni minuti sulla parte del corpo dolorante, affetta da malattie.

Tra un ricevimento e un altro, la "donna magnetica" si è raccontata, con una premessa: "Credo molto nella medicina, il medico è una figura importante, non prescrivo e non tolgo medicine, raccomando a tutti di fare i controlli e gli esami clinici necessari, dico di non sospendere qualsiasi tipo di cura prescritta". Parole seguite da un'altra precisazione: "Non chiediamo soldi. Chi vuole, in modo volontario, può fare un'offerta, e quelle raccolte a Mantova le devolveremo ai bambini down".

"Da quanti anni mi conosci? – ha chiesto Rita a voce alta a diversi presenti, per avere conferma – Ti ho mai chiesto soldi?". "No", è stata la risposta unanime. Proprio su questo punto, la trasmissione Striscia la Notizia, aveva invece costruito un servizio di denuncia, riportando testimonianze da parte di uomini e donne che avevano detto di essere stati quasi costretti a fare donazioni, oppure obbligati a comprare prodotti della guaritrice.

"Quelli di Striscia hanno fatto un brutto gioco – si è difesa anche ieri Rita – non sono nemmeno venuti da noi a chiedere spiegazioni. Le persone che mi conoscono mi vogliono bene, io le amo. Quando avevo sedici anni sono andata da Padre Pio e lui mi disse che con queste mani avrei guarito tante persone. Aveva ragione". All'interno della sala, in tanti hanno confidato di aver sfiorato la morte a causa di gravi malattie e di essere stati salvati da Rita. "Sono solo tre mesi che la conosco ma ho visto cose miracolose – ha raccontato un medico chirurgo - Lei prega mentre impone le mani e io stessa ho avuto degli importanti benefici".

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista