Quotidiani locali

GAZZETTA DI MANTOVA

Sei lettere che raccontano il sentimento di comunità

Dal lavoro che non c'è all'incanto dei bambini in visita alla Gazzetta: il direttore Paolo Boldrini premia le lettere più belle con il libro di Patrizia Moretti, la mamma di Federico Aldrovandi ucciso durante un controllo di polizia. "La vostra iniziativa rispecchia il mio senso di comunità" dice la Moretti

MANTOVA. Il sentimento di comunità, il sentirsi parte di una famiglia larga che offre ascolto e riparo. E’ l’affetto che lega i lettori alla Gazzetta (e viceversa). E’ il bisogno che ha mosso Patrizia Moretti, la mamma di Federico Aldrovandi ucciso di botte da quattro poliziotti una notte di nove anni fa. “La necessità di sentire la mia gente attorno, di condividere la mia tragedia grandissima per metabolizzarla e, in qualche modo, di superarla perché non accada mai più” scandisce Patrizia nella sala convegni della Gazzetta. Il suo libro "Una sola stella nel firmamento" (Il Saggiatore) - diario privato e coraggioso - è stato scelto dal direttore Paolo Boldrini come premio per le lettere più belle pubblicate durante il 2014.

Tra le tante, tantissime lettere indirizzate al giornale ne sono state scelte sei che messe in fila, o anche in ordine sparso, restituiscono uno spaccato della società tutta: la bislaureata precaria Benedetta Bertoli che suona la sveglia a Matteo Renzi; la cittadina-volontaria Giuseppina Nosè, colpita dai post it dei dipendenti Ies, tanti frammenti di disperazione a comporre un racconto corale; gli alunni della V elementare di Schivenoglia incantati dalla visita in redazione; l'ex provveditore Francesco Gentile che tesse il ricordo affettuoso e scanzonato del soldato Ulisse, comunista sanguigno (socialista dopo i fatti di Ungheria) e pasta d'uomo, come non ce ne sono più; l'ex operaio della Pompea Mauro Pezzaioli, che fuori dal perimetro della comunità butterebbe chi l'ha ridotto a esubero; l'architetto Francesco Caprini, indignato dallo scaricabarile degli amministratori locali nell'affare Esselunga.

A tutti i complimenti del direttore Paolo Boldrini insieme al libro e all'abbraccio di Patrizia Moretti. E, ovviamente, un sorriso per la stampa.     

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista