Quotidiani locali

Forum mondiale ambiente L’ex vicesindaco al vertice

Viadana. L’ingegner Magro scelto per presiedere il summit fra oltre 90 nazioni Istituzioni e colossi web uniti per frenare gli impatti sulla natura con la tecnologia

VIADANA. Sarà Giuseppe Magro, l’ex vicesindaco di Viadana della giunta Meneghini, a presiedere la 35esima conferenza mondiale sull’Impatto ambientale. Al summit che si svolgerà per la prima volta in Italia, a Firenze, dal 20 al 23 Aprile “Impact Assessment in the Digital Era” parteciperanno le principali istituzioni mondiali che si occupano di impatto ambientale, tra cui la Commissione europea, Banca mondiale, il ministero dell’Ambiente, il ministero delle Politiche agricole e forestali, ma anche Google, Microsoft e delegati da più di 90 nazioni.

Obiettivo della Conferenza è quello di «dare avvio ad un processo di condivisione di nuove strategie e strumenti di governo per migliorare la sostenibilità ambientale, sociale ed economica del territorio e delle città del futuro».

L’evento di Firenze, che si svolgerà pochi giorni prima dell’apertura di Expo 2015, rappresenta una opportunità per comunicare e incentivare l'adozione di comportamenti responsabili e sostenibili da parte delle istituzioni, degli imprenditori e dei consumatori di fronte ad una platea internazionale. Tra i temi di attualità della Conferenza vi sono, in particolare, gli aspetti di integrazione tra ambiente e tecnologia, tra sostenibilità e nuovi media. Magro, ingegnere esperto in valutazione ambientali, è fra gli esperti nominati dal Comune di Mantova per la riconversione del polo chimico in parco tecnologico è l’inventore di Q-Cumber, una sorta di “agorà” tecnologica selezionata come una delle cento "migliori idee al mondo" alle Olimpiadi dello start-up Londra 2012.

«L’evento – spiega Magro – assume particolare importanza nel nostro Paese, impegnato in un percorso di progressiva digitalizzazione nella pubblica amministrazione e nei servizi al cittadino. Il Board mondiale di Iaia, l’organizzazione mondiale sull’impatto ambientale, ha selezionato il nostro Paese, ed è la prima volta in 35 anni, grazie ai risultati ottenuti in Italia dal progetto Q-Cumber. Q-Cumber è la prima piattaforma al mondo che consente il monitoraggio del territorio mediante l’integrazione di dati ambientali, modelli di simulazione e la partecipazione diretta dei cittadini su Google Maps. In un territorio nel quale i temi dell’ambiente e della sostenibilità sono diventati centrali, è sempre più sentita la necessità di attivare strategie basate sulla responsabilità sociale con la partecipazione e la collaborazione tra istituzioni, imprese e cittadini».

La novità di quest’anno è data dall’organizzazione, all’interno del programma internazionale, di due eventi specifici: un tavolo istituzionale, a cui parteciperanno le istituzioni nazionali, le associazioni di categoria e i principali players del settore tecnologico e un evento nazionale che vedrà la partecipazione di sindaci, associazioni, cittadini, professionisti e imprese che potranno confrontarsi rispetto alle opportunità e alle criticità nella gestione del territorio e dell’ambiente.

Francesco Romani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie