Quotidiani locali

SOLFERINO

Si rifugiano in casa disabitata Patteggiano 2 mesi di carcere

SOLFERINO. «Abbiamo trovato la porta aperta, sapevamo che la casa era abbandonata, così c’abbiamo passato la notte. Ma non abbiamo rubato nulla». Si erano giustificati così i due ladri arrestati...

SOLFERINO. «Abbiamo trovato la porta aperta, sapevamo che la casa era abbandonata, così c’abbiamo passato la notte. Ma non abbiamo rubato nulla». Si erano giustificati così i due ladri arrestati dai carabinieri di Castiglione delle Stiviere il 19 marzo scorso, sorpresi, secondo l’accusa, a rubare. Il giudice Giuditta Silvestrini, non ha creduto al furto e ha accolto la richiesta di patteggiamento concordata tra l’accusa e la difesa.

Due mesi, pena sospesa. Si tratta di Erton Tinaj, vent’anni, e Elton Malaj, 26 anni, entrambi albanesi e in Italia senza fissa dimora.

Nel corso del processo non è stato provato che loro abbiano saccheggiato la casa, ne che fossero stati loro i primi a entrare i n quello stabile. L’unico reato a loro contestato è stata la violazione di domicilio. Per questo il pubblico ministero ha chiesto otto mesi di reclusione. È vero che i carabinieri, quando hanno fatto irruzione in quella abitazione vuota da una decina di anni, hanno trovato cassetti e stipetti aperti, ma è anche vero che non è stato possibile dimostrare la responsabilità degli albanesi in ordine al furto. In carcere da metà marzo, il giudice ne ha disposto l’immediata liberazione.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista