Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro

Caldo, in fabbrica si anticipa il lavoro

Mantova. Orari modificati e più pause in alcune ditte. Nervi ancora tesi da Marcegaglia

MANTOVA. Non si allenta la morsa del caldo e le temperature, nelle fabbriche mantovane, stanno creando gravi disagi a lavoratori e lavoratrici. Alla Marcegaglia di Gazoldo degli Ippoliti, la Fiom Cgil ha indetto un'assemblea per venerdì 24 luglio dalla quale potrebbe uscire la proposta di un nuovo sciopero per sollecitare la direzione aziendale ad accogliere le richieste, già presentate nei giorni scorsi accompagnate da ulteriori stati d'agitazione, per dare un minimo di sollievo agli operai nelle ore più calde della giornata. Richieste, per ora, tutte respinte.

Per fortuna o per una questione di sensibilità, in altre aziende del Basso mantovano c'è chi opera in maniera diversa. Alla Berman di San Benedetto Po, in alcuni reparti, viene effettuato un turno di lavoro che va dalle 6 alle 13.30. Così avviene anche alla Zanotti spa che da anni applica l'orario estivo, alla Cablofil e alla Lavorwash di Pegognaga.

All'Iveco di Suzzara, dopo lo sciopero indetto nelle settimane scorse da Fiom, Fim Uilm e Fismic, la direzione aziendale ha concesso una pausa in più oltre alla distrubuzione, per il solo turno pomeridiano, di 650 bottigliette d'acqua da mezzo litro. Nelle fabbriche dell'indotto Iveco, come alla “Sole” è stata concessa una pausa in più rispetto a quelle concordate come da contratto mentre all'Isringhausen sono stati messi in funzione due refrigeratori.

Alla Tiberina la situazione sembra sopportabile dato che l'azienda ha portoni e finestre costantemente aperti per far circolare meglio l'aria.

«In quasi tutte le aziende del Basso mantovano – ha detto Marco Massari della Fiom Cgil – stiamo cercando di limitare i disagi del caldo attraverso il dialogo con i titolari. Dove riusciamo, come nel Caso della Cem di Quistello alla Skf di Poggio Rusco, cerchiamo di ottenere un maggior numero di pause, e dove ci è concesso anche qualche bottiglietta d'acqua. Nessun problema alla Pompe Piusi e nelle aziende della Bondioli & Pavesi, tra cui Coms e Cgh e Terminal, dotate di impianti di condizionamento dove le temperature non superano i 30 gradi. (m.p.)

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista