Quotidiani locali

La cultura abita qui: Mantova è capitale

Vinta la concorrenza di altre nove città, in arrivo un milione di euro. L'annuncio a Roma

MANTOVA. «Ovviamente farò come a X Factor, ci sarà un tempo di attesa lunghissimo prima di leggere il verdetto. La capitale italiana per la cultura 2016 è la città di... Mantova». L’annuncio è arrivato martedì pomeriggio alle 17.30. È stato il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ad ufficializzare un trionfo che porterà nella casse del Comune un milione di euro da spendere per valorizzare il patrimonio culturale e artistico (i fondi sono svincolati dal Patto di Stabilità).

La decisione della giuria di selezione è stata resa pubblica nel salone del Consiglio nazionale del Mibac. Scelta tra le 10 città finaliste, Mantova ha così battuto le “rivali” concorrenti Aquileia, Como, Ercolano, Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Taranto e Terni. Il progetto che si è rivelato vincente punta sul recupero del patrimonio culturale e artistico della città, la rigenerazione urbana legata alle imprese culturali e l’enogastronomia.

L'emozione di Palazzi: premiata una città straordinaria L'emozione e la soddisfazione del sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, dopo la proclamazione della città capitale italiana della cultura per il 2016. LEGGI L'ARTICOLO

«Non è solo un milione di euro che ci arriverà, che naturalmente di questi tempi non fa male, ma il riconoscimento di una città straordinaria, unica - sono state queste le prime parole del sindaco Mattia Palazzi, a Roma insieme ad Emanuela Medeghini, che ha lavorato alla proposta mantovana inviata al Mibac - Una piccola città che però ha una vocazione internazionale e un patrimonio straordinario».

Mantova capitale della cultura, la soddisfazione di Franceschini Un momento molto importante per le città. Lo ha detto il ministro Franceschini dopo la proclamazione di Mantova capitale italiana della cultura per il 2016

A fare la differenza per Mantova è stata forse l'esperienza già vissuta nella corsa al titolo di Capitale europea della cultura 2019 (vinto da Matera), se, come ha detto il presidente della Giuria selezionatrice, Marco Cammelli, «per il 2016 abbiamo valutato la prossimità della scadenza, chi aveva cioè meno strada da fare per arrivare all'obbiettivo, essendo il nuovo anno alle porte. Il resto delle motivazioni sarà disponibile solo a valutazione conclusa anche per il 2017.

«Sono molto felice nell'apprendere che Mantova, sarà la capitale italiana della cultura per il 2016, perchè in questo modo si valorizza l'enorme patrimonio storico-artistico già premiato con l'inserimento del Palazzo Ducale nei venti principali musei italiani». Lo dice il deputato Pd mantovano Giovanna Martelli, consigliera del presidente del consiglio in materia di pari opportunità, che aggiunge: «Questa affermazione è il frutto della coesione realizzata dall'amministrazione comunale di Mantova e sarà un'occasione importante per promuovere attraverso l'investimento di un milione di euro tutto il territorio mantovano»

Le fa eco anche l'altro deputato Pd, Marco Carra: «Siamo felicissimi, è una bella notizia, un risultato nel quale la città sperava, frutto del lavoro intenso fatto dalle istituzioni territoriali. Mantova merita questo titolo».

«Conosco il progetto dai tempi della candidatura a capitale europea della cultura - ha detto invece il presidente della Provincia, Alessandro Pastacci - Si tratta di un riconoscimento importante per Mantova che dà un respiro di progettualità simile a quello di quest’anno con Expo».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista