Quotidiani locali

Mantova Capitale della cultura 2016. Maroni: Lombardia Caput Mundi

Sms del premier al sindaco. Appello di  Palazzi alle forze economiche, politiche e sociali della città: lavoriamo insieme per promuovere Mantova in Italia e nel mondo. L'assessore Cappellini: la Regione sosterrà la vostra città

MANTOVA. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, impegnato in una visita istituzionale in Colombia, si è personalmente congratulato con il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, per il successo della città, scelta come capitale italiana della cultura 2016. In un sms Renzi ha anche promesso che sarà a Mantova in occasione dell'apertura dell'anno da capitale, a marzo dell'anno prossimo.

LE FOTO

"E' un riconoscimento - ha dichiarato Palazzi - a beneficio di tutta la città e di cui tutti dobbiamo essere orgogliosi. Lancio un appello alle forze politiche, economiche e sociali lavorare tutti insieme per promuovere Mantova in Italia e all'estero. Io da subito farò la mia parte organizzando un'Agenzia del turismo  di cui faranno parte oltre al Comune, la Camera di commercio e le categorie e da novembre partirà poi in Comune un ufficio della comunicazione per promuovere la città". Come ha ricordato ancora il sindaco, Mantova sarà capitale due volte nel giro di poco tempo: della Cultura italiana nel 2016 e dell'Enograstronomia eurpea nel 2017 con Bergamo, Brescia e Cremona.

IL VIDEO

L'emozione di Palazzi: premiata una città straordinaria L'emozione e la soddisfazione del sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, dopo la proclamazione della città capitale italiana della cultura per il 2016. LEGGI L'ARTICOLO

Ma quali sono i vantaggi che porterà la vittoria romana di ieri? Un milione di euro svincolato dal Patto di Stabilità e dodici mesi durante i quali potersi fregiare del titolo di capitale italiana della cultura. Mantova ha vinto la concorrenza di altre nove città, e cioè Aquileia, Como, Ercolano (che alla vigilia era data da molti come favorita), Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Taranto e Terni, grazie al progetto presentato dal Comune, in collaborazione con altri attori del territorio, in cui sono previsti interventi sostanziali sul patrimonio culturale e artistico (vedi articolo sotto).

leggi anche:

Il progetto premiato dal Mibac era stato presentato a marzo di quest'anno, subito dopo la bocciatura del progetto Mantova capitale europea della cultura 2019. È stata la giunta Sodano a ripresentare il progetto per il traguardo di capitale italiana e a guadagnare un posto tra le 10 città finaliste. Successivamente, però, la progettualità è stata modificata dalla giunta Palazzi, prediligendo un modello di cultura che crea reddito.

I COMMENTI

"Voglio ringraziare il governo perchè ieri ha assegnato a Mantova il ruolo di Capitale della Cultura italiana per il 2016, altro riconoscimento importante per la mia regione. Anche questo riconoscimento darà per il 2016, per la Regione Lombardia, la possibilità di essere quello che è oggi Milano: Caput mundi, perche oggi è più importante di Roma". Queste le parole del Governatore della Lombardia, Roberto Maroni, nel corso della presentazione al Corpo Diplomatico Accreditato in Italia della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano.

"Città d'arte lombarda e patrimonio dell'umanità per l'UNESCO, #Mantova ha conquistato lo scettro di Capitale Italiana della cultura 2016. Bellissima notizia per i Lombardi e la Lombardia! Avanti tutta". Così Mariastella Gelmini, coordinatore regionale di Forza Italia Lombardia, su Facebook.

"La mia presenza qui - ha precisato l'assessore regionale alla cultura Cappellini oggi a Mantova per l'inaugurazione di Segni d'Infanzia  - ha oggi un doppio significato, una coincidenza felice. Da un lato sicuramente per l'avvio di 'Segni d'infanzia', con un progetto, sostenuto dalla Regione, che ha saputo coinvolgere i bambini nel tema centrale di Expo, dall'altro per congratularmi con la città di Mantova che è stata riconosciuta proprio ieri capitale italiana della cultura 2016". "Mantova e il suo territorio - ha aggiunto l'assessore - hanno davanti una grande opportunità per fare ancora di più nel campo della cultura e la Regione deve partecipare a questo grande lavoro. Ho proposto al presidente Maroni di stanziare un contributo regionale straordinario per sostenere il ruolo di capitale di una città che è anche Patrimonio Unesco, aspetto che va valorizzato sempre di più e che ci può permettere allo stesso tempo di valorizzare la rete dei Patrimoni Unesco lombardi, di cui Mantova e Sabbioneta fanno parte a pieno titolo".
 

 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie