Quotidiani locali

«Noi albergatori ci siamo. Ora aspettiamo un piano condiviso per il rilancio»

«Quel titolo non potrà che far bene alla città». Ad affermarlo è il presidente degli albergatori di Confcommercio di Mantova Luca Bianchi, per il quale "si aprono importanti spiragli per tutti il settore"

MANTOVA. «Quel titolo non potrà che far bene alla città». Ad affermarlo è il presidente degli albergatori di Confcommercio Luca Bianchi, per il quale «si aprono importanti spiragli per tutti il settore turistico». Si dice anche «contento per come è stata seguita la candidatura dalla nuova amministrazione» e, «come privati, cercheremo di impegnarci molto per dimostrare che Mantova è degna del titolo. Dovremo investire per migliorare l’arredo urbano per rendere la città sempre più accogliente. Siamo, quindi, pronti a studiare con il Comune un progetto condiviso: abbiamo davanti due anni, il 2016 e il 2017, da capitale italiana della cultura ed europea della gastronomia, da sfruttare al massimo». Però, aggiunge, «a Mantova mancano i collegamenti infrastrutturali. La storia insegna che commercio e turismo si sono sviluppati sempre lungo le grandi vie di comunicazioni».

Soddisfatta per il titolo anche la Cna: «Non c’è dubbio - dice il direttore Elisa Rodighiero - che la cultura è uno dei fattori di sviluppo per generare nuove opportunità di mercato per le imprese. E Mantova vanta una gloriosa tradizione artigianale nell’ambito della manutenzione del patrimonio culturale. Siamo pronti a far germogliare nuove iniziative imprenditoriali». Un plauso arriva anche da Confcommercio: «Per la nostra città si tratta di un’opportunità straordinaria di visibilità e di rilancio. Noi siamo pronti a collaborare» sottolinea il presidente cittadino Stefano Gola, mentre per il presidente provinciale Ercole Montanari «questo risultato è un successo anche per tutta la provincia e, se ben gestito, avrà importanti ricadute».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista