Quotidiani locali

San Benedetto celebra l’apicoltura

SAN BENEDETTO PO. “Apetilia 2015” ha consacrato l’abbazia polironiana come scrigno della biodiversità con un inno corale alle api, come marcatori ambientali, e al loro prodotto d’eccellenza: il miele....

SAN BENEDETTO PO. “Apetilia 2015” ha consacrato l’abbazia polironiana come scrigno della biodiversità con un inno corale alle api, come marcatori ambientali, e al loro prodotto d’eccellenza: il miele. Numerose le iniziative al riguardo. I chiostri, decorati con tante api stilizzate e da un bosco dipinto, creati dai bambini delle scuole materna e primaria, hanno accolto le postazioni del mercato della biodiversità proposto da numerose aziende del territorio. La biblioteca monastica ha ospitato il convegno “Ambiente, api e biodiversità: si può fare” con gli interventi di esperti e produttori, dopo i saluti dell’assessore all’ambiente Roberto Lasagna e dell’on. Marco Carra della Commissione Agricoltura della Camera. Hanno portato il loro contributo Enrica Agosti, presidente di Slow Food Lombardia; Maria Chiara Gardinazzi, presidente degli apicoltori mantovani; Remo Scaravelli che ha spiegato il progetto “Apetilia”. Al termine sono stati premiati i migliori mieli di produzione locale. Pluridecorato Giampaolo Foina; premi sono andati anche ad Eleonora Fontana, Corrado Baruffaldi, Fabio Cunego, all’agriturismo Viridarium e a Stefano Lodi Rizzini. Apetilia prosegue oggi con la mostra collettiva “Cibo e territorio polironiano nell’arte figurativa”, con il concerto itinerante del Coro Polifonico Polironiano, con lo spettacolo “Storie di uomini e di api” con testi di Davide Bregola e canzoni di Daniele Goldoni, con gli asinelli in piazza in giro per il mercato dell’antiquariato e tante proposte enogastronomiche.

Oriana Caleffi

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista