Quotidiani locali

Renzi a Mantova: "Italiani, venite a visitarla. E' bella da far venire i brividi"

Il premier al teatro Bibiena per il battesimo di Mantova capitale della cultura 2016: "La cultura è l'antidoto del terrorismo, i mantovani e gli italiani perseverino per un avvenire migliore. Ritroviamo il nostro posto nel mondo, dobbiamo essere laboratorio di speranza e non museo della memoria". Sul palco anche il ministro Franceschini e Palazzi

MANTOVA. "Invito gli italiani a visitare Mantova, per ritrovare se stessi, per non cedere all’idea che l’Italia è un paese in cui va tutto male, ma meravigliarsi di fronte alla bellezza, per rilanciare l’Italia nel posto in cui deve stare, in un mondo nel quale non ci si limita a essere numerini ma donne e uomini, capaci di affermare un semplice punto di vista. Le nostre città sono meravigliose, Mantova è bella da far venire i brividi". Il presidente del Consiglio Matteo Renzi stamattina (23 gennaio) non ha lesinato i complimenti alla nostra città durante la cerimonia di apertura di "Mantova capitale italiana della cultura 2016" al teatro Bibiena.

LE FOTO DELL'ARRIVO E DELLA PROTESTA

Mentre all'esterno non è mancato chi ha contestato il premier (il medico Giancarlo Goldoni è stato allontanato dalle forze dell'ordine), Renzi sul palco del Bibiena ha applaudito Mantova toccando numerosi argomenti nazionali e internazionali durante il suo intervento, che ha seguito quelli del sindaco Mattia Palazzi e del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini.

IL VIDEO DELLA PROTESTA DEL MEDICO

La contestazione del medico di famiglia: "La sanità pubblica va a rotoli"

"Noi non ci rassegniamo a vivere nella paura". Così ha detto parlando di terrorismo. "L'antidoto al terrorismo deve essere la cultura. Non può essere la chiusura delle frontiere e la cancellazione di Schengen". E la cultura è stata ovviamente il filo conduttore del discorso, tanto da spingere Renzi a citazioni in latino di Virgilio e a "coniare" il motto per la "capitale Mantova": "Perseverate e serbatevi a miglior avvenire" ha più volte ripetuto, un motto che ha esteso all'Italia perché "le riforme - ha osservato - di per sé servono a poco. Non serve cambiare il Paese se il Paese non ritrova la sua funzione nel mondo" e per questo la cultura è un elemento essenziale.

Renzi cita Virgilio in latino: ''E' il secondo poeta italiano'' Il premier Matteo Renzi, durante il suo discorso per la nomina di Mantova Città della Cultura Italiana 2016, ha citato un verso dell'Eneide di Virgilio: "Durate, et vosmet rebus servate secundis" (Perseverate, e serbatevi a miglior avvenire). "Questo deve diventare il motto dell'Italia". E poi ha scherzato: "Non voglio fare classifiche, ma penso che Virgilio sia il secondo poeta italiano"di Francesco Gilioli e Giulia Costetti

"Il posto dell'Italia - ha concluso - è la guida di un'Europa che non sia solo burocrazia ma anche passione e coraggio". Europa cui però non intende "dire sempre di sì", ma chi afferma che il problema europeo è Schengen, che bisogna chiudere le frontiere «non solo fa un passo indietro, ma tradisce l'idea di Europa".

IL VIDEO DELLA PROSTA DI eQUAL

Il megafono di eQual: "Renzi ciocapiat"

IL NOSTRO SPECIALE A PUNTATE PER MANTOVA CAPITALE, SCOPRI MANTOVA: GLI 8 LUOGHI DA NON PERDERE , LE CHIESE PIU' BELLE

Renzi ha anche ricordato che nella legge di stabilità una delle misure che avranno più effetti immediati è lo sblocco del patto di stabilità. Il presidente del Consiglio lo ha spiegato ribadendo che "almeno due miliardi - ha sottolineato - sono stati già sbloccati nei fatti". E ha aggiunto come: "Non siamo solo un museo della memoria ma un laboratorio della speranza".

Renzi: "Abbandonare Schengen è tradire identità dell'Europa" Così il premier, intervenuto a Mantova per la cerimonia inaugurale della Capitale Italiana della Cultura 2016, torna sul tema della chiusura dei confini europei: "Quando qualcuno, fuori dall'Italia, afferma che il problema dell' Europa è Schengen mette in discussione l'identità stessa del nostro continente" di Francesco Gilioli e Giulia Costetti

Infine ha parlato anche delle riforme: "Il Senato per la terza volta ha votato il proprio superamento, cosa cui non credeva nessuno ma bellissima", ha detto. "È la politica che supera la sua autoreferenzialità - ha osservato -. Un segno che l'Italia si è rimessa in moto".

Renzi cita Virgilio in latino: ''E' il secondo poeta italiano'' Il premier Matteo Renzi, durante il suo discorso per la nomina di Mantova Città della Cultura Italiana 2016, ha citato un verso dell'Eneide di Virgilio: "Durate, et vosmet rebus servate secundis" (Perseverate, e serbatevi a miglior avvenire). "Questo deve diventare il motto dell'Italia". E poi ha scherzato: "Non voglio fare classifiche, ma penso che Virgilio sia il secondo poeta italiano"di Francesco Gilioli e Giulia Costetti

Il premier ha poi incontrato anche alcuni sindaci dei Comuni della provincia danneggiati dal terremoto del maggio 2012. «Gli abbiamo fatto presente che mancano ancora 150 milioni per la ricostruzione» ha riferito il primo cittadino di Quistello, Luca Malavasi. «Renzi - ha aggiunto - si è impegnato a trovarli entro quest'anno, è consapevole che ci servono». I sindaci hanno poi chiesto al presidente del consiglio una proroga del termine entro cui le azienda agricole devono presentare le pratiche per la ricostruzione. «L'Europa - ha spiegato Malavasi - ci impone di presentare le pratiche entro il 30 settembre di quest'anno. Siccome ci sono difficoltà, a Renzi abbiamo chiesto una proroga di un anno. Il premier ha risposto che questo è uno dei problemi più piccoli che l'Italia ha con l'Europa e che, quindi, spera di risolverlo».

Il presidente del Consiglio, accompagnato dal ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, ha poi fatto la sua visita privata al Palazzo Ducale.

IL TWEET DI FRANCESCHINI DAL DUCALE

I TWEET DELLA GIORNATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista