Quotidiani locali

castiglione delle stiviere

Festa per San Luigi. Monsignor Cipolla ritorna a Castiglione

Il vescovo di Padova riabbraccerà domani la sua comunità. Celebrerà anche due messe, in duomo e nella basilica

CASTIGLIONE. Domani a Castiglione delle Stiviere sarà festa grande per ricordare la nascita di San Luigi Gonzaga, patrono mondiale della gioventù. Come ogni anno la festa è l’occasione per riflettere sul ruolo centrale che ha avuto per molti castiglionesi la figura di San Luigi.

Ma quest’anno l’occasione è davvero speciale, perché ospite della comunità castiglionese sarà il nuovo vescovo di Padova, monsignor Claudio Cipolla, già sacerdote di Sant’Antonio Mantovano.

L’arrivo del vescovo Cipolla ha però un valore importante per tutta la comunità castiglionese visto che è stato per molti anni a Castiglione, realtà a cui deve molto per la sua formazione. Anche la comunità di Castiglione delle Stiviere deve parecchio a monsignor Cipolla visto che ha contribuito alla fondazione del gruppo scout, ma anche dell’importante realtà dell’associazione Marta Tana onlus, oltre ad aver lavorato per molti anni nella difficile realtà del quartiere Cinque Continenti. Esperienza che il monsignore non dimentica mai di ricordare come fra le più importanti della sua vita.

Castiglione, insomma, pur non essendo il suo paese natale - è originario di Sacca di Goito - è la realtà dove Cipolla si è formato e dove è cresciuto, a stretto contatto con la spiritualità aloisiana.

Per questo motivo il ritorno del vescovo di Padova, una delle diocesi più importanti e d’Italia, è «motivo di orgoglio per la nostra comunità» afferma il parroco don Giuliano Spagna.

Due i momenti pubblici con la collettività castiglionese, e cioè la messa delle 11 in Duomo, dove ci saranno gli scout, i cresimandi e gli amici dell’epoca castiglionese; a seguire, dopo alcuni incontri e alcune visite private, monsignor Cipolla celebrerà la messa nella Basilica di san Luigi, nell’omonima piazza, alle 18.

Il vescovo di Padova è l'anima dell'uomo Caritas: «Non potrò ingannarvi - aveva detto. - Il popolo di Dio non può essere ingannato dalle moderne strategie di comunicazione». Ha promesso senza diplomazie e senza astuzie: è toccato a lui incarnare la Chiesa nuova di Papa Francesco nel profondo Nord-Est.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro