Quotidiani locali

mantova

Assegno per le Peschiere, lavori da giugno

Confindustria e Ance donano 100mila euro per il restauro dalla facciata verso l’esedra del Te

MANTOVA- La facciata delle Peschiere di Palazzo Te è in uno stato di assoluta emergenza, l'intonaco a tratti si sfoglia e si sfalda, cade nell'acqua. Il bugnato è in condizioni non meno critiche. Le colonne del passaggio alla Loggia di Davide non godono buona salute. Alla fabbrica giuliesca calano tre lustri per spegnere 500 candeline, tale la sua veneranda età, e un assegnone di 100 mila euro messo in anticipo sulla torta di compleanno è una manna che viene giù dal cielo. Cielo virgiliano benedetto che in questo caso assume due nomi: Confindustria e Ance (l'Associazione nazionale costruttori edili), compendiati nelle firme apposte dai rispettivi presidenti, Alberto Marenghi e Francesco Bottoli, in calce al cospicuo assegno oggi pomeriggio, 7 aprile, a bordo Peschiere.

Manna che il sindaco Matteo Palazzi ha subito incassato versandola nel monte spese del restauro promesso, urgentissimo, il cui ammontare complessivo è di quasi 604 mila euro. Assegno per 60 mila euro di Confindustria e per 40 mila di Ance. Somma che già si pensava di consegnare al primo cittadino in gennaio, il giorno che al teatro Bibiena venne Matteo Renzi per tenere a battesimo Mantova capitale della Cultura. Ma ne mancò il tempo, il premier corre veloce.

Davanti alla facciata delle Peschiere, a nome della città Palazzi ha ringraziato i mecenati e parlato di stretto e importante rapporto tra economia e cultura, un legame sottolineato da Marenghi («Il valore della bellezza è un valore delle industrie mantovane», ha detto) e da Bottoli («Un'opportunità, per i costruttori mantovani, di valorizzare beni monumentali, storici e artistici, con interventi che hanno anche una positiva ricaduta occupazionale sul nostro territorio»).

Un generoso aiuto che il sindaco ha detto sperare di essere solo il primo di tanti altri. Il direttore di Palazzo Te, Stefano Benetti, ha detto che è già iniziata la diagnostica dei mali di cui soffre la facciata delle Peschiere: «Una restauratrice è già operativa per la mappatura delle criticità». A una campionatura seguiranno l'analisi, poi gli aspetti tecnici e l'intervento di restauro. Quando aprirà il cantiere? A rispondere è Carmine Mastromarino, dirigente lavori pubblici del Comune: «Ai primi di giugno, in sintonia con la Soprintendenza, e i lavori si concluderanno a fine settembre».
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista