Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Elio e le Storie Tese in arrivo a luglio. Poi Battiato e Bregovic

Dal 17 Jethro Tull, Garbarek e Tambours Du Bronx In calendario anche le esibizioni di Stadio e Bosso

MANTOVA. Il già ricco programma di Mantova 2016 è destinato a rimpinguarsi ulteriormente. In particolare, la collana degli appuntamenti con i concerti, collocata nella seconda metà di luglio, è destinata ad acquisire una nuova perla: è quasi certo, infatti, che giovedì 28 luglio, in piazza Sordello, suoneranno Elio e le Storie Tese. Il gruppo milanese ha quasi perfezionato l’accordo con Mantova Arts Music, che sta coordinando l’intero cartellone musicale.

Un cartellone che, è opportuno ricordare, si preannuncia molto interessante e aperto ai gusti musicali più diversi.

Si comincerà domenica 17 luglio con un concerto destinato a rievocare gli anni d’oro del progressive rock: i Jethro Tull, con il loro inossidabile leader Ian Anderson, faranno risuonare in piazza Castello le note delle loro storiche hit, da Thick as a brick ad Aqualung.

Dal flauto di Anderson al sax di Jan Garbarek: lunedì 18 luglio, sempre in piazza Castello, il musicista norvegese si esibirà assieme al tastierista che lo accompagna da anni, Rainer Brüninghaus, al bassista brasiliano Yuri Daniel e al maestro della batteria Trilok Gurtu, dall’India.

Mercoledì 20 luglio, di nuovo in piazza Castello, tocca a Les Tambours Du Bronx, un gruppo nato nelle periferie di Nevers in Francia, che suona bidoni metallici alla maniera dei tamburi africani.

Venerdì 22 luglio farà tappa a Mantova, questa volta in piazza Sordello, il tour che porta in giro per l’Italia Franco Battiato e Alice, che hanno riformato una coppia che tanto successo riscosse negli anni ’80 (insieme cantarono, ad esempio, I treni di Tozeur).

Martedì 26 luglio di fronte al Ducale si esibirà l’estroso musicista serbo Goran Bregovic con The Wedding and Funeral (solo posti in piedi di parterre), mescolando il rock a sonorità balcaniche e tzigane.

Sabato 30 luglio si passa invece a un pianista che ha emozionato molti italiani dal palcoscenico di Sanremo: con il tour The 12th room sarà a Mantova Ezio Bosso, che sta registrando il tutto esaurito in quasi tutti i concerti primaverili. Il musicista torinese dal 2011 convive con una malattia neurodegenerativa progressiva.

Da Sanremo a Sanremo: l’appendice all’intensa seconda metà di luglio è prevista Giovedì primo settembre, infatti, l’esibizione in piazza Castello degli Stadio, il gruppo bolognese vincitore del Festival della Canzone 2016.

I biglietti per tutte queste date - ad eccezione di quelle ancora in via di perfezionamento - sono già in vendita sui circuiti on line.