Quotidiani locali

PRIMO MAGGIO

Timida e piovosa, una domenica senza il solito assalto

Maltempo e precedente ponte del 25 aprile placano i turisti. Gli albergatori: «Giornata normale». Gli agriturismi: «Contenti»

MANTOVA. Primo maggio timido e piovoso secondo le previsioni delle associazioni degli albergatori mantovani e delle principali stazioni meteorologiche.

Niente pienone di turisti dunque, rispetto ai giorni in cui Mantova Capitale ci aveva abituati ad una città letteralmente invasa dai visitatori con un boom di presenze senza precedenti.

Si torna quindi alla normalità, ma una spiegazione logica – anzi più di una – c’è.

Secondo il presidente di Federalberghi di Confcommercio, Gianluca Bianchi, non è solo questione di maltempo e non possiamo di certo paragonare il primo maggio 2015 con quello di quest’anno.

«Dal punto di vista del turismo non sarà un primo maggio eccezionale per due principali ragioni: il brutto tempo e il fatto che la settimana prima c’è stato il ponte del 25 aprile e in quell’occasione si è mossa veramente una marea di gente. Il paragone con il 2015 scorso, inoltre, riesce per lo stesso motivo difficile perché l’anno scorso il primo maggio arrivò di venerdì e non c’era il ponte della Liberazione. Situazioni e condizioni differenti. Quest’anno dobbiamo accontentarci, sarà una domenica tranquilla».

Bianchi spiega che nelle ultime ore non ci sono state defezioni in massa per colpa delle previsioni meteorologiche.

«No, nessuno ha rinunciato a venire a Mantova, certo le prenotazioni sono inferiori a quelle dell’anno scorso».

leggi anche:

Sulla stessa lunghezza d’onda si piazza Roberto Tebaldini, che rappresenta gli albergatori mantovani che aderiscono a Confesercenti: «Non essendoci il ponte – spiega – dobbiamo considerarlo un weekend normale, niente di più, niente di meno. Cogliamo che nonostante l’annunciato maltempo c’è comunque interesse per la città, grazie anche al titolo di Capitale della Cultura . No, non mi risulta che siano arrivate disdette di prenotazioni nelle ultime ore».

Se gli albergatori manifestano apertamente di non aspettarsi troppo nella domenica di festa dei lavoratori, c’è chi invece ostenta un certo ottimismo.

Marco Boschetti, direttore del Consorzio Agrituristico Mantovano, segnala che le prenotazione nella fascia della ristorazione non hanno risentito dell’assenza temporanea dell’anticiclone e del ponte della settimana precedente: «Negli agriturismi non si registra un calo dei prenotazioni. Credo che sarà un buon primo maggio, forse la gente ha rinunciato al weekend con pernottamento, ma a mangiare fuori questo no. Tra l’altro abbiamo riscontrato una buona richiesta soprattutto nella zona collinare dell’Alto Mantovano».

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista