Quotidiani locali

l'iniziativa

Mantova, aquiloni in volo da mattina a sera

A Campo Canoa la festa promossa dal Cav: spettacolo per bambini e ragazzi

MANTOVA. Un evento che ha visto i giovani come protagonisti. Questa è stata la settima edizione della Festa degli aquiloni svoltasi nella giornata di domenica 8 maggio – dal mattino alle dieci fino a sera – al campo Canoa con l'organizzazione del Centro aiuto alla vita e con la partecipazione di diverse associazioni e realtà mantovane. Ragazzi in prima linea, dunque, per allietare l'intrattenimento e per organizzare laboratori per diverse centinaia di persone, in particolar modo famiglie mantovane e non con i propri bambini, che hanno approfittato di una giornata di sole per recarsi sulle rive del lago Inferiore a godersi lo spettacolo proseguito fino alle otto di sera con la coda musicale.

«La giornata  è un esempio per Mantova capitale della cultura» ha affermato la presidente Centro aiuto alla vita Marzia Bianchi introducendo l'evento, reso possibile grazie anche a diverse aziende mantovane che hanno contribuito facendo da sponsor. Hanno partecipato anche il parroco di Cerese e vicario episcopale don Paolo Gibelli (che è anche assistente spirituale del Centro aiuto alla vita) e l'assessore comunale al welfare Andrea Caprini: «Uno spettacolo gli aquiloni che vanno verso il lago e con sfondo lo skyline della nostra città».

Diverse le associazioni aquilonistiche presenti come Lasaru Kite di Bergamo, Anemos Kite di Verona, Teste per aria di San Zenone degli Ezelini (provincia di Treviso), Oltre il Vento di Botticino (provincia di Brescia) e gli aquilonisti di Weingarten, mentre tra le varie associazioni di giovani hanno partecipato la Croce Rossa, che simulava una disostruzione pediatrica, e la cooperativa Tagesmutter, mamme che accolgono nella propria casa bambini dagli zero ai dodici anni.

I momenti musicali sono stati curati dagli allievi della scuola Quattro accordi del Centro aggregazione giovanile di Cerese di Borgo Virgilio e dal gruppo di Epic jazz Glazunov composto da Nicola Bardini (sassofoni), Andrea Lovo (batteria), Gabriele Rampi (contrabbasso), Giorgio Signoretti (chitarra) a cura di Arci Fuzzy, mentre il gruppo scout Cngei di Roncoferraro ha organizzato giochi per bambini e ragazzi.

Non è mancato l'aspetto culinario con il risotto e altre specialità mantovane con lo stand gastronomico a cura dei risottai del centro Sandro Pertini di San Giorgio.

Marzia Bianchi ha spiegato inoltre che il ricavato della giornata è stato destinato alle famiglie mantovane che versano in situazione di difficoltà economiche.

Luca Scattolini

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista