Quotidiani locali

OSTIGLIA

Pesta la ex e la perseguita: preso

Dimessa dopo le botte rientra a casa, lui l’aspetta ma c’è anche la polizia. E' indagato con l'obbligo di non avvicinarsi alla casa della ex e ai luoghi che lei frequenta

OSTIGLIA. Una gelosia morbosa, al punto da farlo scattare per un sorriso di circostanza scambiato dalla compagna con un amico incontrato per caso. Una violenza incontenibile, che più volte lo ha spinto a pestare a sangue la donna che diceva di amare. Sembra il cliché di una delle tante relazioni finite in tragedia che riempiono le cronache dei giornali.

All’ultimo pestaggio la donna, colpita con pugni allo stomaco e al torace, è finita all’ospedale e una volta dimessa è rientrata a casa. Lui, dopo averla bersagliata di telefonate, la stava aspettando. Non s’aspettava però che fosse accompagnata dai poliziotti della squadra mobile. Così F.D.P. (la Procura ha mantenuto riserbo sul nome dell’uomo), 40enne romeno trapiantato a Serravalle è stato arrestato sabato a Ostiglia. È accusato di stalking, i cosiddetti atti persecutori. Interrogato dal giudice per le indagini preliminari Gilberto Casari, è stato scarcerato. Ma con il divieto assoluto di avvicinarsi alla casa e ai luoghi frequentati dall’ex compagna.

Sia lui che la vittima avevano alle spalle un matrimonio naufragato e dei figli. Non per questo la loro relazione filava liscia. Anzi, era un rapporto «burrascoso e altalenante», dice chi li conosce. Lui, che ha manifesti problemi di alcolismo, non di rado alzava le mani. L’ha fatto in modo pesante a gennaio – anche allora la donna era finita all’ospedale ed era stata dimessa con 20 giorni di prognosi – l’ha rifatto venerdì scorso. Durante il pestaggio è riuscita a fuggire e a rifugiarsi alla Polstrada di Ostiglia che l’ha portata in ospedale a Pieve. Il giorno dopo, dimessa, è stata scortata a casa dal personale della squadra mobile. Durante il tragitto è stata bersagliata dalle telefonate di lui che insisteva per rivederla nonostante il suo netto e definitivo rifiuto. Ma lui non s’è rassegnato. Completamente sbronzo, l’aspettava davanti a casa. Lì è stato arrestato.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista