Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Restyling in centro storico: iniziati i lavori in via Roma, venerdì è il turno dei portici

E' scattata la riqualificazione del centro voluta dal sindaco Palazzi

MANTOVA. Sono partiti oggi, mercoledì 22 giugno, i lavori di riqualificazione del centro storico voluti dal sindaco Mattia Palazzi per abbellire la città capitale italiana della cultura.

Gli operai hanno iniziato da via Roma, intervenendo sulla pavimentazione. Con i martelli pneumatici hanno cominciato a rimuovere gli interstizi in asfalto tra una lastra e l’altra: l’obiettivo è quello di sostituirli con la sabbia e chiudere, così, le fessure per eliminare tutti gli attuali dislivelli. Una volta sistemata via Roma toccherà a corso Umberto, e alle piazze Marconi e Mantegna, dove è prevista la sostituzione delle rampe d’accesso per i disabili alla basilica di Sant’Andrea.

Venerdì il cantiere si estenderà in corso Umberto per cominciare ad intervenire sulle colonne dei portici (da ripulire) e sull’illuminazione pubblica (da sostituire). Nel pomeriggio si terrà il momento pubblico con la presenza del sindaco e dell’assessore alla rigenerazione urbana Lorenza Baroncelli (curatrice del progetto) che, ufficialmente, darà il via ai lavori. L’area interessata è costituita dalle piazze Broletto, Erbe, Concordia, Mantegna e Marconi, da via Verdi, corso Umberto e i portici, dove, come detto, si interverrà anche sulla rete dell’illuminazione pubblica.

È prevista, infatti, la sostituzione dei cavi ammalorati e delle lampade, al posto delle quali verranno installati elementi a led che consentiranno di risparmiare energia e di offrire una luce più nitida. Il restyling del centro da un milione di euro passa anche attraverso la pulizia delle colonne in marmo che costeggiano le «vasche».

È dal 1994, giunta Corradini, che non si interveniva su di esse. Visto, però, che le 209 colonne sono di proprietà privata il Comune si limiterà alla manutenzione della base. Solo questi lavori costeranno 75mila euro, 25mila dei quali a carico di Confcommercio. I lavori sono affidati a Tea che partirà con il cantiere da corso Umberto per poi risalire verso piazza Broletto. Durante il cantiere mobile i negozi potranno restare aperti regolarmente, mentre dai primi di luglio le bancarelle degli ambulanti che si trovano sotto i portici verranno trasferite in via Goito, la nuova strada dello shopping.