Quotidiani locali

mantova

Strade colabrodo, un piano da 7 milioni

Stanziamento della Provincia per le asfaltature 2016: lavori su 65 chilometri. Previsto anche il rondò di Cà Piccard

MANTOVA. Quasi sette milioni di euro per le manutenzioni stradali e per il miglioramento della viabilità. E’ il piano varato dalla Provincia sulla rete di sua competenza, che vedrà stanziati 4.512.000 euro per il consolidamento del fondo e successive ricostruzioni e asfaltature di un totale di circa 65 chilometri di strade.

A queste si aggiungeranno le migliorie all’assetto viario delle rotatorie di Cà Picard (tra Monzambano e Volta Mantovana), di Goito e di Campitello per un ulteriore importo complessivo di 2.200.000 euro. Una risposta anche alle recenti polemiche sollevate da amministratori e cittadini di fronte allo stato di ammaloramento in cui versano molte strade del territorio mantovano.

«Alziamo la voce tutti insieme – commenta il presidente della Provincia Alessandro Pastacci, rivolgendosi ai sindaci che nei giorni scorsi avevano polemizzato sui lavori giudicati insufficienti – soprattutto adesso che la Provincia, dopo la riforma Del Rio, è un’associazione di Comuni. Gli 11 milioni prelevati l’anno scorso dal bilancio della Provincia di Mantova e i quasi 20 di quest’anno come contributo allo Stato sono risorse dei mantovani, tolte ai nostri concittadini. Risorse che sarebbe stato giusto e doveroso investire sul territorio per necessità dei mantovani».

Risorse preziose che consentirebbero di portare a termine un piano di manutenzione stradale più ampio: «Quelli che andremo a realizzare sono interventi necessari ed attesi e faremo il possibile per eseguirli in tempi veloci. La priorità negli interventi è stata data ai tratti con il fondo più ammalorato o l’asfalto più usurato. Rimarranno altre esigenze aperte, perché la rete viaria gestita da noi è molto vasta (circa 1.200 km) e per un piano di manutenzione complessivo su tutti i tratti che ne hanno necessità occorrerebbero almeno dai 7 agli 8 milioni di euro, ma sicuramente quanto ci apprestiamo a realizzare è un segnale importante verso la cittadinanza».

Il piano che la Provincia intende realizzare entro l’anno è comunque tra i più importanti messi in atto, grazie alle condizioni create dell’amministrazione nel 2015 che hanno portato conti e bilancio in ordine.

Tempi leggermente diversi per quanto riguarda le rotatorie di Cà Picard, per la quale si è già alla fase dell’assegnazione provvisoria dei lavori, e per Campitello e Goito, per le quali è in via di predisposizione il bando. Per tutte la conclusione è prevista per metà 2017.

I cantieri stradali saranno aperti sulle principali arterie provinciali nei comuni di Asola, Bagnolo San Vito, Bigarello, Borgofranco sul Po, Borgovirgilio, Carbonara, Casalromano, Castelbelforte, Castel d’Ario, Castiglione delle Stiviere, Commessaggio, Dosolo, Felonica, Gazoldo degli Ippoliti, Gazzuolo, Guidizzolo, Mantova, Medole, Moglia, Motteggiana, Ostiglia, Pegognaga, Poggio Rusco, Quistello, Rivarolo Mantovano, Roncoferraro, Roverbella, Sabbioneta, San Benedetto Po, San Giacomo delle Segnate, San Giorgio, San Martino dall’Argine, Sermide, Sustinente, Suzzara, Viadana e Volta Mantovana.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista