Quotidiani locali

ISTRUZIONE

A lezione nei prefabbricati A quattro anni dal terremoto in 352 aspettano nuove aule

Domani, lunedì 12 settembre, la prima campanella: a Poggio ancora otto classi sistemate nei moduli. Stessa situazione a Moglia dove però c’è una novità: riaprono le elementari

Scuole al via anche nei paesi danneggiati dal sisma che ha scosso il Mantovano nel 2012. Sono 352 gli alunni ancora costretti alle lezioni nei prefabbricati: 173 alle medie di Moglia (dove però si festeggia l’esordio delle nuove elementari) e 179 alle elementari di Poggio Rusco.

POGGIO RUSCO. L'anno scolastico riparte con tutti i servizi garantiti, anche se manca una sede definitiva per le elementari e la palestra. Dopo quattro anni i cantieri sono attivi. «Dopo anni di lotta per ottenere i fondi – dice il sindaco Fabio Zacchi – finalmente la ricostruzione è avviata, abbiamo messo in campo le soluzioni necessarie per garantire la regolarità delle scuole nelle migliori condizioni possibili. Tutti gli spazi sono sicuri, su tutti sono state fatte le verifiche sismiche». Le scuole elementari, 14 classi e 263 bambini, sono divise tra la struttura a moduli prefabbricati, attivata dopo il terremoto, e l'edificio delle scuole medie, in attesa della costruzione della nuova primaria. Otto classi, con 179 bambini, troveranno posto nei moduli, mentre le altre sei classi saranno ospitate nella scuola media.

La seconda struttura mancante è la palestra: quella vecchia è stata abbattuta e sono in corso i lavori per realizzarne una nuova che servirà il complesso scolastico. Le ore di educazione fisica per il momento si svolgeranno nella tensostruttura del Circolo del tennis: il Comune ha messo a disposizione per le elementari il trasporto con scuolabus, visto che la struttura sportiva dista un paio di chilometri. Per i bambini delle medie ci sarà un corso di nuoto alle piscine di Ostiglia, per dieci settimane. Il trasporto sarà coperto dal Comune, con un piccolo contributo delle famiglie.

«Con queste iniziative stiamo cercando di trasformare una situazione di disagio in opportunità» dice Zacchi. Il cantiere della palestra dovrebbe concludersi a primavera, ma l'impresa costruttrice sta cercando di anticipare la consegna. Per quanto riguarda la nuova primaria, che ingloberà i moduli prefabbricati, è stato ultimato il progetto definitivo. Sarà necessario un piccolo aggiornamento del progetto ma i tempi non dovrebbero essere lunghi: una volta approvato il definitivo, e superato il parere di Asl e vigili del fuoco si procederà al progetto esecutivo e alla gara per l'assegnazione dei lavori.

MOGLIA. “L’estate sta finendo” cantavano negli anni '80 “I Righeira”. Domani suona la prima campanella. Quest’anno per Moglia sarà un inizio particolare: dopo quattro anni alunni e insegnanti potranno rientrare alle elementari Martini, completamente restaurate. L’edificio ora è dotato di elevati standard tecnologi e di sicurezza antisismica, ma con i suoi aspetti di pregio conservati.

L'inaugurazione delle elementari di...
L'inaugurazione delle elementari di Moglia

Per la scuola media gli studenti potranno avvalersi di qualche spazio in più, lasciato libero nel prefabbricato che li ospita in attesa che partano i lavori per la costruzione del nuovo edificio, già finanziato e progettato. «Sembra passato un secolo dal 12 settembre 2012, quando per Moglia si apriva un anno scolastico davvero molto difficile, in cui gli studenti del Comprensivo hanno dovuto adattarsi in diverse sedi pur di svolgere le lezioni – ha commentato l'assessore Greta Bertolini – pensando al sisma del Centro Italia e a ciò a cui dovranno adattarsi quei bambini e quegli insegnanti per portare a termine l’anno scolastico, possiamo affermare che è valsa la pena di attendere quattro anni per avere una scuola nuova, bellissima, funzionale, moderna e soprattutto sicura».

Con l’avvio dell’anno scolastico sarà e scuole di Moglia realizzata l’accoglienza attraverso un progetto in rete con la Polisportiva dal titolo “Moglia in gioco”. «È un’ opportunità – ha sottolineato la Bertolini – che consente alla scuole di coagire con le risorse sportive del territorio e un’occasione di rilanciare il binomio scuole  e sport per la formazione, la salute e il benessere  dei nostri bambini». I bambini della scuola per l'infanzia, tra Collodi e Rodari, sono 131. Quelli delle elementari sono 234 gli studenti di scuola media sono 173.

Giorgio Pinotti

Mauro Pinotti

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro