Quotidiani locali

Mantova, prima campanella per 53mila studenti 

Le aule non sono piene: altro calo di 400 ragazzi. Lo Snals: dato preoccupante, ma non venga ridotto il numero degli insegnanti

MANTOVA. La popolazione scolastica mantovana continua a calare e questa mattina, con il via delle lezioni, siederanno sui banchi degli istituti di città e provincia quasi quattrocento studenti in meno rispetto a dodici mesi fa.

I dati resi noti dall'Ufficio scolastico provinciale parlano chiaro e confermano un trend in atto negli ultimi anni. Il numero complessivo di studenti è pari a 53.184, in discesa di 390 unità rispetto al precedente anno scolastico, quando aveva toccato quota 53.574. Il calo più evidente riguarda la scuola materna, dove si passa da 9.132 a 8.848 iscritti. Il segno meno tocca in questo caso quota 284.

Una diminuzione che potrebbe essere spiegata con il calo del tasso di natalità registrato negli ultimi anni.

«In due anni si sono persi quasi 1.000 studenti - sottolinea Nunziato Russo, segretario provinciale dello Snals -, un dato che preoccupa. L'unico aspetto positivo è che molte sezioni, strapiene fino a qualche anno fa, ora registrano numeri normali. Questa, però, non deve essere una scusa per pensare a riduzioni degli organici dei docenti».

L'altra, sensibile, diminuzione si registra nelle iscrizioni alle superiori, dove si scende da 14.277 a 14.096.

Una possibile spiegazione in questo caso potrebbe essere legata ad un aumento degli abbandoni degli studi al compimento del sedicesimo anno d’età. Non si notano, invece, particolari variazioni per le altre scuole. Minimo (12 unità) l'assottigliamento degli studenti delle medie, che scendono da 11.163 a 11.151.

Alle elementari, unico caso in provincia, il saldo è positivo, visto che si passa da quota 19.002 a 19.089 con un aumento di 87 bambini. Tra gli esempi in controtendenza, l'istituto comprensivo Mantova 1.

«Il numero dei nostri studenti è aumentato - spiega il dirigente scolastico Roberto Archi -. Per la prima volta dopo moltissimi anni avremo due classi prime elementari alla don Enrico Tazzoli, a Cittadella. Entro fine mese termineranno i lavori alla Pomponazzo. Si tratta comunque di lavori esterni».

Buoni numeri e classi al completo anche all'istituto comprensivo Mantova 3. In aumento considerevole, invece, il dato che riguarda i ragazzi disabili. In questo caso si passa da 1.860 a 1.950.

Le istituzioni scolastiche in città e provincia sono 53, 37 gli istituti comprensivi e 16 gli istituti superiori. I docenti di ruolo sono 4.254, 971 i docenti di sostegno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik