Quotidiani locali

L’anno record: nessun assalto alle Poste

Una conferma del clima di collaborazione tra Poste italiane e le istituzioni preposte alla sicurezza. Al tempo stesso uno strumento per contrastare forme di criminalità che destano preoccupazione...

Una conferma del clima di collaborazione tra Poste italiane e le istituzioni preposte alla sicurezza. Al tempo stesso uno strumento per contrastare forme di criminalità che destano preoccupazione tra i cittadini. Così il prefetto Carla Cincarilli ha definito il protocollo d'intesa tra Prefettura e Poste finalizzato alla prevenzione di furti e rapine nei 102 uffici postali mantovani. Già nel 2012 la Prefettura e Poste avevano sottoscritto un’intesa analoga. Il rinnovo, avvenuto nella sede di via Principe Amedeo – presenti il Prefetto, i comandanti di Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, il responsabile tutela aziendale delle poste Vanes Montanari e la responsabile della filiale di Mantova Perla Gobbi – ne attesterebbe il buon esito di questi anni.

L'accordo definisce gli impegni tra le parti per garantire livelli minimi di sicurezza per ogni ufficio postale della Provincia. Prevede il coordinamento delle azioni di prevenzione dei furti attraverso canali di comunicazione diretti e rapidi tra Poste e forze di polizia. In particolare è previsto il monitoraggio degli impianti di sicurezza e in previsione un miglioramento della qualità delle immagini delle telecamere di sorveglianza. Saranno anche riorganizzate in sinergia tra Poste e forze dell’ordine le attività di controllo degli uffici tramite passaggi di pattuglie e presidi fissi. Da quanto è stato illustrato ieri quest’anno ancora nessun furto o rapina negli uffici postali; lo scorso anno invece ci sono state due rapine, a Cicognara e Canneto sull'Oglio, e un furto a Porto Mantovano.

Luca Scattolini

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista