Quotidiani locali

mantova

L'intervento del comandante provinciale Fabio Federici

MANTOVA. L'intervento del comandante provinciale dei carabinieri di Mantova, Fabio Federici, al santuario della Virgo Fidelis.

Innanzitutto, mi inchino di fronte alla “Virgo Fidelis”, custodita in questa Chiesa, all’interno della quale ho avvertito, sin dal primo momento in cui tempo fa sono entrato, un aria d’intensa sacralità, luogo oggi divenuto meta di pellegrinaggio e di preghiera per i Carabinieri, sia in servizio che in congedo ed i loro familiari, che giungono oramai da ogni parte d’Italia, e oggi tantissimi da Mantova. Porgo, con profondissima riconoscenza, un sentito ringraziamento a Sua Eccellenza il Vescovo di Aqui, Mons. Pier Giorgio Micchiardi, che in base ai dettami del Diritto Canonico, ha promulgato lo scorso anno, nel mese di ottobre, il tanto auspicato Decreto, con cui è stato eretto questo luogo a “Santuario della Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri, unico in Italia e nel mondo.

Un grazie a tutti i concelebranti, Don Claudio, il cappellano militare di Mantova, Don Tiziano, e quello della Scuola Allievi Carabinieri di Torino, Don Diego, che hanno reso ancora più profonda la preghiera odierna, e consentitemi un saluto denso di emozioni nei confronti del Generale Giacchero. Un sincero saluto rivolgo al Sindaco di Incisa e a tutte le persone qui presenti, tra cui tanti amici, e tra i tanti vorrei ricordare il dott. Michele Maggiora, già presidente della Fondazione che tantissimo ha fatto per questo Santuario, oggi accompagnato dall’attuale Presidente Mario Sacco. Un affettuoso abbraccio al Comandante Provinciale di Asti, ai suoi collaboratori ed alla Sezione ANC di Incisa, che ci hanno aiutato alla buona riuscita del pellegrinaggio.

Il colonnello Fabio Federici
Il colonnello Fabio Federici

Il plauso mio personale va ai tanti carabinieri in servizio e in congedo delle 15 sezioni dell'Associazione Nazionale Carabinieri del mantovano, con cui oggi ho condiviso la passione del pellegrinaggio, i quali, ritengo, hanno avuto una indubbia forza, capacità e determinazione per organizzare un viaggio denso di eventi ed emozioni. La nostra giornata è stata sinora ricca di momenti indimenticabili, che ci hanno trasmesso forti sensazioni, in particolare vorrei evidenziare quella che mi ha pervaso maggiormente, quando sua Eccellenza il Vescovo ha benedetto l’effigie della “Virgo Fidelis”, danneggiata nel terremoto mantovano del 2012, successivamente restaurata e che ora verrà riportata benedetta in terra mantovana; questo, a mio avviso, è un segno che ci ha donato la Divina Provvidenza.

Concludo, nel ringraziare la “Virgo Fidelis” e coloro che mi hanno permesso di ritornare in questa terra, a cui sono molto legato poiché ha caratterizzato un periodo importante della mia vita. Un ultima riflessione, “Le parole incitano e gli Esempi trascinano” e oggi noi mantovani abbiamo dato un grande Esempio di devozione!!! Auguro a tutti voi le migliore fortune.

Viva la “Virgo Fidelis”!

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista