Quotidiani locali

Pegognaga

Paese in formato digitale con il pannello di controllo

Pegognaga al centro di un progetto europeo grazie alla sua rete di fibra ottica. Le informazioni su traffico, consumi, smog e servizi finiranno in una schermata

PEGOGNAGA. Metti tutto il paese in un pannello elettronico. Traduci tutte le informazioni relative al territorio (traffico, consumi di gas, luce, acqua, la rete dei lampioni o delle telecamere) in impulsi informatici. Quindi trasferisci tutto in un quadro dettagliato che riproduce in uno schermo di pc, palmo a palmo, la realtà dal territorio. Quante cose sarebbe possibile fare? Quanti interventi in tempo reale? Come cambierebbe il modo di amministrare? Se lo chiede il sindaco Dimitri Melli. Ma presto le risposte a Pegognaga arriveranno dalla stessa realtà.

Assieme ad altre smart city di Austria, Portogallo, Spagna, Moldova e Grecia, ovvero paesi o città dotati di una rete di fibra ottica, il paese della Bassa mantovana è stato selezionato per una sperimentazione di rango europea promossa dal Consorzio Cpse Labs, onlus austriaca che sviluppa progetti innovativi.

Nessun costo a carico per il municipio (è tutto a carico dell’Unione Europea). Il progetto, in sintesi, prevede la “trasformazione digitale dei dati in tempo reale sui processi urbani in servizi digitali a favore della comunità”. Dunque, le informazioni relative al territorio, rappresentate in una mappa virtuale, saranno a disposizione non solo del sindaco e dell’amministrazione, ma anche, debitamente filtrate, degli stessi cittadini e di altre realtà come le aziende.

Il progetto farà affidamento sui sistemi elettronici per il controllo di energia, acqua, rifiuti, traffico, luci, edifici, elettrodomestici, mobilità elettrica, sicurezza ed altri sottosistemi compresi i cellulari dei cittadini. Gli obiettivi innovativi vengono pertanto raggiunti abilitando i Comuni con strumenti efficaci per una rapida personalizzazione dei loro servizi digitali a favore dei cittadini, un efficace percorso verso l’economia digitale.

«Il prototipo del progetto – precisa Melli – verrà distribuito in uso al nostro Comune per la sperimentazione, implementazione, personalizzazione, l’uso e la valutazione di servizi civici da parte della comunità urbana. Si andrà a costruire una serie di sensori in precisi luoghi del paese, verrà realizzato un pannello “smart grid” che concentrerà tutti i dati su una mappa comunale, una sorta di sala di controllo globale che prevede applicazioni sul controllo intelligente del traffico, la domotica e robot cooperanti, telecomunicazione e fabbriche intelligenti. È previsto un impegno significativo da parte dei dipendenti comunali, mentre il progetto farà capo all’ufficio tecnico».

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista