Quotidiani locali

Appalto per Ponte Rosso a Mantova. Lavori per 520mila euro

Il Comune assegna il bando. Un parco al posto del parcheggio in disarmo. Stop all’isolamento: saranno completate anche le strade di collegamento

MANTOVA. È una questione di pochi giorni. Il Comune si appresta ad aggiudicare la gara per i lavori di riqualificazione della zona esterna del nuovo insediamento di Ponte Rosso. Sono previsti interventi per cinquecentoventimila euro, che serviranno in particolare a completare le opere di urbanizzazione lasciate incompiute. In questo modo, gli appartamenti avranno la tanto sospirata agibilità: gli appartamenti potranno così essere messi in vendita o comprati. Di fatto, al di là degli aspetti burocratici, il quartiere conquisterà quel decoro e quella vivibilità che anni di incuria hanno reso chimere.

Il Comune, con i 520mila euro, completerà la rete dei collegamenti stradali, collegamenti che oggi non sono completi e rendono il quartiere una sorta di isola infelice. Non solo. I lavori saranno concentrati anche sul lato che guarda la ferrovia.

«Seguendo i piani originari - spiega l’assessore alla rigenerazione urbana Lorenza Baroncelli - dovremmo costruire un muro tra il parcheggio e la linea ferroviaria. Ma il parcheggio è assolutamente inutile ed è un luogo degradato. Noi trasformeremo la striscia di asfalto che costeggia la ferrovia in un parco, in modo da ridurre l’impatto visivo e sonoro della linea Fs e in modo di dare ai bambini del quartiere un posto dove giocare. Con le strade di collegamento e con il giardino al posto del parcheggio, le cose inizieranno a cambiare davvero».

L’intervento del Comune segue a ruota (secondo i patti stipulati nei mesi scorsi), i lavori fatti eseguire dalla Cib 95 per un totale di 300mila euro. La società, in liquidazione, ha finalmente messo a norma le parti comuni dell’insediamento, portando l’elettricità dove non c’era. In questo modo non solo le stradine interne del quartiere sono illuminate, ma si possono anche chiudere i portoni, evitando così eventuali occupazioni abusive. Sembra una cosa normale, ma prima non era possibile.

«Gli interventi della Cib 95 e quelli del Comune - prosegue Baroncelli - sono un passo importante e risolveranno parecchie criticità. Non dimentichiamo, poi, che nei mesi scorsi nella zona esterna dell’insediamento abbiamo fatto installare le telecamere di sorveglianza in modo da scoraggiare, ed eventualmente punire, chi scarica i rifiuti per strada. Era un grosso problema, ma ora è sotto controllo».

Non è finita, però. Entro la fine dell’anno il Comune dovrà assegnare i lavori per trasformare in giardino pubblico l’area attualmente incolta che circonda gli scheletri dei capannoni a ridosso del quartiere. Si tratta di un appalto da 240mila euro che servirà ad attrezzare il verde a giardino pubblico, con un campetto da calcio ed un campo da basket.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista