Quotidiani locali

mantova-san giorgio

Rubati pancetta e formaggi all'agriturismo

Furto anche in un capannone industriale: via decespugliatore e scala

SAN GIORGIO. Dei disperati, dei balordi. Non certo una banda di professionisti ha messo a segno il furto nell’agriturismo Loghino Caselle in via Caselle a San Giorgio di Mantova. In questo periodo, la struttura è aperta solo per la ristorazione non per l’accoglienza. Quindi anche i titolari non abitano lì. Nella notte tre giovedì e venerdì, dunque, dentro la villa non c’era nessuno. I ladri, arrivati pare a piedi dai campi, si sono avvicinati allo stabile ed hanno notato la sirena d’allarme posta all’esterno. Con un badile trovato in una rimessa, l’hanno abbattuta, disattivando l’intero impianto. Poi si sono procurati un bastone da usare eventualmente come arma in caso venissero sorpresi (è stato ritrovato poi il giorno dopo), perché un’auto era parcheggiata all’esterno, quindi loro non potevano sapere con certezza che dentro non ci fosse nessuno. Poi sono entrati in villa forzando con una vanga la porta principale. Una volta dentro, si sono aggirati tra le stranze. Non c’era molto da rubare. Così hanno puntato al frigo: si sono portati via succhi di frutta, confezioni di pancetta, un po’ di formaggio. L’occorrente per uno spuntino di mezzanotte insomma. Poi, volendo chiudere il colpo in modo un po’ più redditizio, sono saliti al piano superiore che ospita le stanze per l’accoglienza ai turisti. E da un paio di camere si sono portati via la tv. La scoperta è stata fatta dai titolari la mattina seguente, quando poi è scattato l’allarme alla polizia. Gli agenti hanno setacciato i dintorni e trovato alcune confezioni vuote di succo di frutta abbandonate in mezzo ai campi, segno che i malviventi se n’erano andati a piedi. Il bottino è di qualche centinaio di euro, più che altro i televisori. Superiori invece – come ci spiega la titolare – sono i danni provocati a finestre e porte rotte, danni fortunatamente coperti in parte da polizza assicurativa.

 

MANTOVA. Furto di attrezzi e di rame in un capannone industriale lungo la provinciale Ostigliese. E’ successo ieri notte. I malviventi hanno forzato il portone d’ingresso e una volta entrati hanno cercato attrezzatura da rubare: si sono portati via un decespugliatore, una scala telescopica in allumino e una ventina di metri di cavo elettrico. Valore di qualche centinaio di euro. I proprietari si sono accorti del fatto solo il mattino successivo: non è rimasto loro che allertare la polizia, subito accorsa per un sopralluogo.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista