Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

E Bozzolo attende la prima volta di un presidente

Bozzolo in fermento per l’arrivo del presidente Mattarella. A 27 anni dalla sua venuta come ministro quando solidarizzò con piazza Tienanmen («lo stesso numero di anni che è stato Mazzolari a Bozzolo dal 1932 al 1959», dicono in paese).

BOZZOLO. In fermento per l’arrivo del presidente Mattarella. A 27 anni dalla sua venuta come ministro quando solidarizzò con piazza Tienanmen («lo stesso numero di anni che è stato Mazzolari a Bozzolo dal 1932 al 1959», dicono in paese). E ancora: «Nel 1848, 168 anni fa, venne a Bozzolo re Carlo Alberto, ora viene tra noi il presidente della Repubblica». Prevale senz’altro l’orgoglio in questo momento tra i bozzolesi per l’arrivo del presidente atteso per onorare Mazzolari, suo punto di riferimento spirituale. Il sindaco Nolli ha invitato i bozzolesi a esporre il tricolore e venire anche dai paesi vicini per dare un saluto caloroso al rappresentante dell’unità nazionale nei punti di incontro (piazza Mazzolari, Europa e Castello) o lungo le vie.

Mattarella arriverà a Bozzolo alle 16.40 dalla provinciale Tezzoglio e via Giuseppina dove la Lacto Siero (ex Galbani) ha rimesso a nuovo per l’occasione l’ingresso. Sulla strada Tezzoglio sarà illuminato lo sperone di mura in corso di restauro. Mattarella, con il governatore Maroni e il ministro Franceschini, sarà accolto davanti alla chiesa dal sindaco Nolli, dal vescovo Napolioni e dal parroco don Maccalli. In chiesa incontrerà gli ex Dc Torchio e Tabacci, il vice parroco don Barbieri e don Culpo di Piccola Betania.

Insieme visiteranno la tomba di Mazzolari. Sul sagrato ci sarà l’incontro con numerose personalità tra cui una quarantina di sindaci mantovani e cremonesi. Seguirà un saluto ai bambini del doposcuola di Bozzolo con le suore.

Il presidente si sposterà alla Fondazione Mazzolari attraverso le vie Matteotti, Paccini e Castello (itinerario anche per lasciare Bozzolo). Ad accoglierlo i presidenti della Fondazione Bignami e del comitato scientifico Vecchio. Il segretario Ghidorsi ha rintracciato un filmato inedito di due minuti e mezzo girato su Mazzolari nel 1954.

Divieto di transito e di sosta dalle 12.30 alle 19 nelle vie Castello, Paccini, piazza Europa, Arini, Matteotti e piazza don Mazzolari. Fino alle 16.15 aperte per parcheggi le piazze Pognani e Marcora con accessi da via Garibaldi e dei Mille. Sosta ammessa nelle vie da Brescia, dei Mille, Valcarenghi. (a.p.)