Quotidiani locali

CERESARA

Un 23enne diplomato manager della ristorazione

Lorenzo Scaglioni è uno dei 17 che hanno superato l'esame alla scuola internazionale di cucina italiana di Gualtiero Marchesi

CERESARA. C'è anche un mantovano tra i futuri manager della ristorazione. Lorenzo Scaglioni, 23enne di Ceresara, è uno dei 17 candidati che hanno superato l'esame alla scuola internazionale di  cucina Italiana, di cui è rettore Gualtiero Marchesi.

Tra i neo Food & Beverage Manager cresciuti in ALMA da segnalare la presenza di una sola donna, la fiorentina Ginevra Baroni.

Migliori studenti della V edizione del Corso sono risultati Davide Alessandri e Diego Martin Cismondi. Di Parma, 33 anni, Davide Alessandri ha un background professionale legato al mondo degli eventi, della ristorazione e dell’intrattenimento: dopo gli esordi, ventenne, in un ristorante che proponeva anche musica del vivo, Alessandri è arrivato a gestire in contemporanea tre differenti attività (la Discoteca Dadaumpa, il Ristorante Porfirio e il Castello di Felino, location per meeting e matrimoni). Dopo un’esperienza nel gruppo Accor, grazie ad ALMA, Alessandri ha avuto la possibilità di specializzarsi nel settore dell’ospitalità. Al termine dello stage ha ripreso il suo lavoro in INC Hotels, gruppo che gestisce otto strutture ricettive tra le province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza, assumendone il ruolo di Food & Beverage Director e di Marketing & Event Manager.

Diego Martin Cismondi, invece, è originario di Milano e ha 31 anni: già da studente, durante la stagione estiva, ha lavorato come cameriere. Poi, negli anni dell’Università, ha portato avanti l’esperienza in sala in diversi ristoranti, alberghi e pub. Specializzatosi come barman e come sommelier, è arrivato a El Porteño, che propone specialità argentine a Milano. L’esperienza successiva è stata al Café Marc Jacobs di Milano, dove Cismondi, passo dopo passo, è diventato direttore: qui si è fermato quattro anni, prima di prendere la decisione di iscriversi in ALMA. Ora, da neo-diplomato, Cismondi ha accettato la proposta di lavoro come Food & Beverage Manager de El Porteño: per lui si tratta di un nuovo inizio. Al momento, due sono i ristoranti riuniti sotto questa insegna: l’obiettivo, nel breve-medio termine, è quello di unificare e ottimizzare i processi, arrivando alla definizione di un format replicabile.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista